13 Marzo 2017

Al volante della nuova Alfa Romeo Stelvio: Sport Utility delle emozioni

Saint Moritz-Livigno. Il manipolo internazionale di giornalisti flotte ha potuto finalmente assaporare la nuova Alfa Romeo Stelvio 2017 nel suo territorio d’elezione: le belle strade dell’omonimo parco, piene di curve, salite e discese, ora asciutte ora con tratti a bassa aderenza, neve e asfalto gelato. Il tutto in un luminoso e ossigenante scampolo d’inverno.

presentazione nuova Alfa Romeo Stelvio 2017

Sono stati i manager in persona – Gianluca Italia, head of Fleet Business EMEA e responsabile FCA per il mercato domestico e Fabrizio Curci, responsabile del marchio Alfa Romeo sempre per il mercato Europa, Medio Oriente e Africa – a introdurre il primo Suv Alfa Romeo, dopo 107 anni di storia della Casa. La Stelvio entra in un mercato, quello dei Suv, che in Europa pesa per oltre il 25% del totale ed è in continua crescita.

NUOVA ALFA ROMEO STELVIO 2017: ASSALTO AL PREMIUM

La nuova Alfa Romeo Stelvio 2017 poggia sulla base più solida e tecnicamente qualificata della produzione del brand, la Giulia, un pezzo di bravura che dalla sua presentazione ha ricevuto 46 premi e che ha saputo riportare in Italia competenze che sembravano perdute, come la trazione posteriore.

Nello specifico, la Stelvio parte dalla Giulia Veloce a trazione integrale Q4, che vi abbiamo presentato all’ultimo Salone di Parigi, sviluppando le proprie peculiarità in chiave crossover, ovvero su una scocca più alta e spaziosa, ma con gli stessi ingombri esterni. L’obiettivo dei progettisti, infatti, era quello di trasferire alla Stelvio le qualità dinamiche tipiche della berlina sportiva, per interpretare il concetto di Suv secondo i canoni della “bella guida” Alfa Romeo.

Altro aspetto è la “premiumness”: nel segmento competono modelli con brand altisonanti come Porsche, Jaguar, BMW e Audi. E’ naturale che l’attenzione a realizzare una bella auto fosse alta, perciò nella Stelvio si respira un’aria di cura del dettaglio, oltre che di buona impostazione generale: materiali, disegno, ergonomia. E di silenziosità, perché entrambi i motori – tanto il turbo benzina 2.0, quanto il diesel 2.2 – restano bene isolati dall’abitacolo.

COME VA SU STRADA

Bisogna dire che solo provandola si capisce che “bella guida” non è una frase fatta: in effetti la Stelvio ha un assetto davvero piatto e una risposta dello sterzo molto pronta. Il che, abbinato alla posizione di guida più alta e confortevole e al piccolo volante sportivo, restituisce una sensazione di grande maneggevolezza. Superiore ancora alla Giulia, per via dei comandi più leggeri.

APPROFONDISCI

 

Interni nuova Alfa Romeo Stelvio 2017

In questo contesto spicca la qualità del cambio automatico SF a 8 rapporti, di serie su tutte le versioni, che diventa imprescindibile dotare dei paddle in alluminio (non montati sul volante, ma fissi sul piantone, come su Maserati e Ferrari). Per quanto riguarda i motori, non è sui 70 cavalli di differenza tra benzina e diesel che si gioca la partita delle prestazioni: è chiaro che il “sound” del 2.0 turbo è più emozionante, ma i 470 Nm di coppia del diesel sono una garanzia di riprese molto efficaci, anche senza “tirare”. Anche perché il benzina non gira tanto più in alto del diesel.

PER LE FLOTTE AZIENDALI…

Quello delle flotte aziendali  è infatti un business strategico per il Gruppo, che come mai prima d’ora vanta una copertura dei segmenti di mercato che raggiunge quasi l’80% (contro il 53% di soli due anni fa). Unendo i marchi Fiat, Fiat Professional, Lancia, Alfa Romeo, Abarth e Jeep, la gamma di modelli è la più ampia di sempre e anche le società “captive” Leasys e FCA Bank lavorano alla migliore offerta di soluzioni per i clienti business. Un esempio è l’offerta della Stelvio First Edition a 399 euro al mese per 36 mesi con il leasing integrato di servizi assicurativi “Be-Lease”.

SCHEDA: ALFA ROMEO STELVIO 2.2 DIESEL 210 Cv Q4 AWD

 Motore  4 cilindri, 2.143 cc
 Potenza max Cv a giri/min  210 @ 3.750
 Coppia max Nm a giri/min  470 @ 1.750
 Trazione  Integrale
 Cambio  Automatico 8 marce
 Massa omologata (kg)  1.659
 Dimensioni (mt) Lunghezza 4,69 – Larghezza 1,90 – Altezza 1,67 – Passo 2,81
 Velocità max (km/h)  215
 Accelerazione 0-100 km/h (s)  6,6
 Consumi (l/100 km) ciclo combinato  4,8
 Emissioni CO2 (g/km) ciclo combinato  127
 Classe ambientale  EURO 6b
Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia