La previsione: nel 2040 il 50% delle nuove auto saranno elettriche

Alessandro Cadei, partner di Bain & Company ha presentato a Motus-E, l’evento che ha riunito a Roma i diversi player dell’elettrico, una relazione dal titolo: “l’evoluzione della mobilità elettrica e gli impatti sulla filiera industriale italiana”. 

L’ESPLOSIONE DELL’ELETTRICO

Una previsione spicca: nel 2040 il 50% delle nuove auto sul mercato saranno immatricolazioni elettriche. Questo perché, come spiega Cadei: “Sono attesi tassi di crescita in forte esplosione, complici una serie di fattori: la crescita delle rinnovabili, delle infrastrutture, l’incremento dell’offerta da parte dei Costruttori”. I Car Maker, da qui al 2025, presenteranno  oltre 200 modelli elettrici nuovi, con investimenti per 300 miliardi di dollari nel settore della mobilità elettrica.

Leggi anche: Massimo Nordio (Volkswagen): “I prezzi delle auto elettriche scenderanno”

UN’INFRASTRUTTURA AL PASSO

Secondo lo studio di Bain & Company l’infrastruttura non sarà più un problema, perché da qui al 2022-23 il numero di  charghing station in Italia sarà in linea con gli altri Paesi europei.

Leggi anche: Google Maps segnala le colonnine di ricarica elettrica

Molti operatori, come Enel X, stanno infatti investendo pesantemente in questo ambito. “Parliamo di circa 30mila colonnine, che renderanno molto più accessibile l’auto elettrica a tutti”, spiega Cadei.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia