Regione Lombardia: in arrivo deroghe ai limiti di circolazione per le auto più vecchie e incentivi per le auto nuove

La Regione Lombardia ha messo a punto una serie di iniziative per combattere l'inquinamento e favorire la sostituzione dei veicoli più inquinanti. A partire da ottobre 2019 parte MOVE-IN (MOnitoraggio dei VEicoli INquinanti). Deroghe ai limiti di circolazione per chi percorre meno di 9mila chilometri l'anno e 26,5 milioni di incentivi per veicoli nuovi. L’iniziativa riguarda auto e veicoli commerciali.

Lotta all’inquinamento e limitazioni della circolazione per le auto più inquinanti: la Regione Lombardia lancia il progetto sperimentale MOVE-IN (MOnitoraggio dei VEicoli INquinanti).

Emissioni auto CO2 NOx

Si tratta di un’iniziativa che consentirà, a chi percorre meno di 9mila chilometri l’anno, di utilizzare un veicolo inquinante e ottenere una deroga alle limitazioni previste nell’Accordo di Bacino Padano (lunedì-venerdì dalle 7.30 alle 19.30). A questo si aggiunge un pacchetto di incentivi, pari a 26,5 milioni di euro, per la sostituzione dei veicoli più inquinanti (privati e a uso commerciale).

COSA È IL PROGETTO MOVE-IN

Il progetto sperimentale di Regione Lombardia è valido a partire da ottobre 2019. I proprietari di auto e veicoli commerciali a benzina Euro 0 o diesel Euro 0, 1, 2 e 3 hanno la possibilità di scegliere una modalità innovativa per il controllo delle emissioni dei veicoli inquinanti

emissioni auto Euro 0, 1, 2 e 3: deroghe in Lombardia

Aderendo al servizio, si può sfruttare una “deroga chilometrica” (valida fino al termine dell’anno di adesione o all’esaurimento dei km assegnati) che permette di percorrere, quando si vuole, un numero di km prefissato, in base alla categoria e alla classe emissiva del veicolo.

I limiti alla circolazione, quindi, non scatteranno in funzione dell’orario e del giorno settimanale, ma solo al momento dell’esaurimento del chilometraggio permesso a ciascuna tipologia di veicolo. Sono coinvolti 1.300.000 auto e veicoli commerciali, in totale.

COME ADERIRE AL PROGETTO MOVE-IN E QUANTO COSTA

Per aderire al progetto sperimentale MOVE-IN di Regione Lombardia, bisogna installare una scatola nera a bordo del proprio veicolo (black-box), in modo da rilevare i chilometri percorsi dall’auto o dal veicolo commerciale, insieme allo stile di guida (per stimolare una maggiore attenzione all’ambiente, alla sicurezza stradale e ai consumi).

la scatola nera per aderire a move-in della regione Lombardia

La scatola nera va installata nei centri autorizzati. Il costo è di 50 euro il primo anno (30 euro per l’installazione e 20 euro fornitura del servizio) e 20 euro per ogni rinnovo. Il costo di installazione è azzerato se a bordo dell’auto c’è già una strumentazione idonea a rilevare i dati necessari per il servizio.

Le modifiche introdotte dal progetto MOVE-IN riguardano solo le auto e i veicoli commerciali dotati dell’apposita scatola nera. Gli altri mezzi, già soggetti alle limitazioni, continueranno a poter circolare, da lunedì a venerdì, solo dalle 19.30 alle 7.30 e tutto il giorno nelle giornate di sabato, domenica e festivi

La deroga al divieto di circolazione, prevista per chi aderisce a MOVE-IN, non si applica durante gli episodi di perdurante accumulo degli inquinanti, quando entrano in vigore le misure temporanee più restrittive.

L’adesione a MOVE-IN non consente di circolare nelle aree a traffico limitato definite dai Comuni, come per esempio Area B di Milano.

PROGETTO MOVE-IN: COME CALCOLARE I CHILOMETRI

Grazie al progetto MOVE-IN, gli automobilisti possono scegliere liberamente quando usare l’auto, tenendo presente che una velocità moderata, con uno stile di guida più fluido, consente di risparmiare emissioni e ottenere un ecobonus, che si aggiunge ai chilometri di percorrenza consentiti dalla deroga chilometrica. 

deroghe limiti di circolazione auto e veicoli commerciali

I chilometri reali percorsi dal veicolo e registrati dalla scatola nera vengono progressivamente scalati dalla soglia a disposizione e sono annotati sulla piattaforma telematica dedicata (prevista anche un’app ad hoc, scaricabile da IOS e Google store). Il saldo dei chilometri percorsi è aggiornato ogni giorno. Il conteggio, ovviamente, è effettuato solo sui tratti stradali percorsi all’interno del perimetro delle aree dove è in vigore la limitazione. 

Il progetto MOVE-IN prevede anche la possibilità di premiare comportamenti di guida virtuosi, attribuendo chilometri aggiuntivi in determinate situazioni:

  • percorrenza su strade extraurbane
  • percorrenza su autostrade con velocità compresa tra 70 km/h e 110 km/h
  • stile di guida ecologico su strade urbane.

Per ogni chilometro percorso nelle Aree 1 e 2 (scalato dal quantitativo totale assegnato), è possibile aggiungere una frazione di chilometro aggiuntivo da poter percorrere:

  • 0,2 km di ecobonus ogni chilometro percorso su strade extraurbane
  • 0,2 km di ecobonus ogni chilometro percorso su autostrade con velocità compresa tra 70 km/h e 110 km/h
  • 0,1 km di ecobonus ogni chilometro percorso su strade urbane con uno stile di guida eco-friendly.

INCENTIVI PER ACQUISTO DI AUTO NUOVE

Chi invece vuole cambiare il proprio veicolo inquinante, acquistandone uno a basso impatto ambientale, può beneficiare dei nuovi incentivi regionali pari a 26,5 milioni di euro. Previsti incentivi rivolti ai cittadini (18 milioni di euro) e alle imprese (8,5 milioni di euro, di cui circa 1,7 già impegnati).

“Per incentivare la sostituzione dei autoveicoli più inquinanti, abbiamo stanziato, per il periodo 2019-2020, 26,5 milioni di euro: 8,5 milioni di euro (di cui circa 1,7 già impegnati sul bando vigente) sono destinati alle imprese e 18 milioni sono destinati ai cittadini. Nuove risorse saranno stanziate anche per il 2020. Non saranno più legati alle tecnologie motoristiche, ma ai limiti di inquinamento. I motori con le performance più elevate potranno ottenere fino a 8.000 euro, a cui si aggiungeranno risorse provenienti da provvedimenti statali”.
Raffaele Cattaneo, assessore regionale all’Ambiente.

Per accedere al contributo, occorre la contestuale radiazione per demolizione di un veicolo inquinante e la presenza, sul contratto d’acquisto del nuovo mezzo, di uno sconto di almeno il 12% sul prezzo di listino.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia