15 Settembre 2021

Program Campus 2021, a scuola di sicurezza

Diario di bordo dell’edizione 2021 di Program Campus, evento a cura della società di noleggio fiorentina che, dal 2018, offre ai Fleet e Mobility Manager la possibilità di testare con mano gli Adas e gli strumenti utili ad incrementare la sicurezza della flotta.

Lo scorso 9 settembre, all’Autodromo di Modena, c’era la stessa aria familiare e rassicurante che si respira il primo giorno di scuola, quando la voglia di imparare e la gioia di ritrovare i compagni prevalgono sul resto.

program-campus-2021-

Un ritorno sui banchi in grande stile quello dei 60 Fleet e Mobility Manager che hanno preso parte al Program Campus, il format ideato dalla società di noleggio fiorentina che, da sempre, pone la formazione al primo posto.

Anche quest’anno il Program Campus si è fatto promotore della creazione di una cultura aziendale che sia consapevole dell’importanza della sicurezza stradale all’interno delle flotte. Spesso ci viene chiesto perché lo facciano, e la nostra risposta è perché crediamo fermamente in questo ambizioso progetto e nell’importanza di formare i Fleet Manager sul tema”, il commento di Patrizia Bacci, Amministratore Unico di Program Autonoleggio Fiorentino srl.

Approfondisci: La sicurezza a 360° di Program Autonoleggio

PROGRAM CAMPUS 2021, DIARIO DI BORDO

Quanto sono sicure le nostre flotte?

La giornata è iniziata con una veloce lezione teorica. Qual è lo stato dell’arte delle flotte aziendali italiane in tema di sicurezza? A quanto pare, non ottimale. Secondo quanto emerso dalla survey “Safety First. Dalla sicurezza del conducente a quella dei mezzi e dei dati” – condotta GR Advisory con il patrocinio di A.I.A.G.A., Man.Tra e Flotte&Finanza e a cui Program Autonoleggio ha partecipato come Golden Sponsor – a mancare è una cultura aziendale sul tema.

program-campus-2021-workshop

Norme e regole vengono rispettate, ma sono ancora pochi gli sforzi concreti attuati dalle aziende in ottica di prevenzione. Gli Adas – che rivestono un ruolo cruciale in fatto di sicurezza alla guida –, ad esempio, sono conosciuti in modo adeguato da appena il 10% dei Fleet Manager. Mentre in quasi il 90% delle realtà aziendali, non esiste una policy precisa in tema di sicurezza stradale.

Proprio per colmare tali lacune nasce Program Campus, evento che si inserisce in un più ampio programma di consulenza e formazione costante, per “supportare i clienti su quest’aspetto cruciale”, ha dichiarato Patrizia Bacci.

LE PROVE PRATICHE

Divisi in gruppi, i Fleet Manager del Program Campus hanno avuto modo di testare su pista sistemi di assistenza alla guida quali il Cruise Control Adattivo, che regola la velocità del veicolo in base alla distanza dal mezzo che precede; la Frenata di emergenza, che si è imposta ogni qualvolta il mezzo provato si è avvicinato troppo ai manichini che “passeggiavano” per la pista; il Parcheggio assistito e il Sovrasterzo di potenza.

I WORKSHOP

Il supporto della telematica

Sicurezza vuol dire anche essere in grado di prevenire i problemi. Significa avere sempre sott’occhio lo stato di salute del veicolo, agendo in modo tempestivo per prevenire guasti e anomalie – che mettono a rischio il driver e pesano sui costi di gestione del parco auto. Significa, in altre parole, utilizzare la telematica e i suoi servizi, manutenzione predittiva in primis.

Così come al Program Campus ha spiegato LoJack, pioniere della telematica di bordo, che ha lanciato sul mercato italiano CalAmp iOn™ by LoJack®, piattaforma di Fleet Intelligence che semplifica il monitoraggio e la tracciabilità delle flotte e mette a disposizione le informazioni strategiche per aumentare l’efficienza del parco veicoli.

Siamo entusiasti di poter mettere questa esperienza al servizio di un’ampia gamma di operatori in tutta Italia per aiutarli a prendere decisioni, in modo smart, che semplificheranno le loro attività” ha affermato Massimo Braga, Direttore Generale di LoJack Italia.

Leggi anche: Manutenzione predittiva, a che punto siamo?

La calibratura degli Adas

È ormai globalmente riconosciuta l’importanza degli Adas per la sicurezza alla guida – al punto che l’Ue renderà obbligatorio il loro utilizzo dal 2024. Quel che non si conosce ancora, invece, è la necessità di ricalibrare gli Adas in modo adeguato, operazione indispensabile a seguito di interventi riparativi o manutentivi, cui i partecipanti al Program Campus hanno potuto assistere in diretta durante il workshop a cura di K4S.

La sicurezza non si azzera. Gli Adas sono il presente e il futuro. Calibrati, quando serve e nel modo corretto, anche da remoto, in maniera tracciata e certificata. La possibilità è concreta e il Program Campus ha mostrato con K4S tutte le potenzialità del servizio”, parola di Michele Mandarino, Amministratore di K4S srl.

Il peso degli pneumatici

Gli pneumatici sono il primo punto di contatto tra il nostro veicolo e la strada, elemento imprescindibile per una guida su strada sicura e affidabile. Ma quali differenze ci sono tra le diverse tipologie di pneumatici e come si fa a scegliere quello più giusto per la propria flotta? Queste, e diverse altre domande, hanno trovato risposta nell’incontro tenuto da Pirelli.

program-campus-2021-pirelli

Partecipare al Program Campus 2021 è stata un’importante occasione per ricordare il ruolo dello pneumatico, in particolare del segmento Premium, per la sicurezza complessiva della vettura, e quanto piccole accortezze e semplici controlli periodici possano fare una grande differenza nell’assicurarci la piena affidabilità del veicolo” ha dichiarato Davide Bramati, National Key Account di Pirelli Tyre s.p.a.

Scopri anche: I 5 trend degli pneumatici del futuro

FOLLOW US

Per rimanere sempre aggiornato seguici sul canale Telegram ufficiale e Google News. Iscriviti alla nostra Newsletter per non perderti le ultime novità di Fleet Magazine.

Leggi anche
Consigliati per te
Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia