30 Agosto 2018

Tutte le vetture di PSA hanno già la certificazione WLTP

Tutte le auto del Gruppo Psa – Peugeot, Citroen e Opel – sono pronte a rispettare la nuova procedura WLTP (Worldwide Harmonised Light Vehicle Test Procedure), il nuovo ciclo di guida con il quale tutte le nuove vetture dovranno essere immatricolate a partire dal 1 settembre 2018.Citroën C4 SpaceTourer e Citroën Grand C4 SpaceTourer

Il ciclo di omologazione WLTP è basato su dei test il più possibile vicini alle reali condizioni di guida in termini di distanza percorsa, velocità, temperatura e tempo di stazionamento e, quindi, offre dati più realistici sui consumi di carburante. Inoltre, mentre i valori NEDC sono validi esclusivamente per l’Europa, i dati ottenuti con il ciclo WLTP sono confrontabili a livello mondiale.

PSA ATTREZZATA PER IL CAMBIAMENTO DEL WLTP

“Lavoriamo già da diversi anni per preparare la nostra gamma a un cambiamento epocale come quello del WLTP, affinché i nostri clienti non debbano subire alcun disturbo. Il risultato è che l’introduzione del WLTP il 1 settembre per noi passa praticamente inosservata”
Xavier Duchemin, Managing Director Sales, Aftersales e Marketing di Opel

Il gruppo PSA ha fatto sapere che tutte le loro autovetture per il trasporto di passeggeri rispettano lo standard WLTP. I propulsori benzina PureTech and BlueHDi Diesel sono già equipaggiati per rientrare negli standard ancora più restrittivi la cui entrata in vigore è prevista per il 2020. Anche i più recenti PureTech e BlueHDi di casa Peugeot, introdotti nel settembre del 2017, rispettano lo standard WLTP.

Opel ha iniziato a pubblicare i dati sui consumi di carburante secondo il ciclo WLTP già nel giugno 2016 con l’attuale generazione di Astra. I dati sui consumi sono stati misurati e pubblicati secondo il ciclo WLTP anche per gli attuali modelli di Opel Mokka X e Opel Zafira. Opel ha compiuto un ulteriore passo avanti con la seconda generazione dell’ammiraglia Insignia, omologando la Insignia 2.0 BiTurbo Diesel secondo la procedura di test WLTP a metà del 2017, un anno prima dell’entrata in vigore delle nuove regole.

EMISSIONI CONTENUTE

“Le nostre scelte tecnologiche per trattare le emissioni inquinanti, come la SCR introdotta nel 2013 su tutti i nostri motori Diesel e, più̀ di recente, il GPF sui motori benzina a iniezione diretta, ci permettono di proporre ai clienti dei veicoli rispettosi dell’ambiente e di conservare la nostra leadership in materia di riduzione delle emissioni”
Gilles Le Borgne, Direttore della qualità e dell’ingegneria di Groupe PSA

Peugeot 3008 2018Dal 2015 Groupe PSA sostiene pubblicamente l’adozione di questa procedura WLTP. Tra l’altro, PSA ha adottato un approccio trasparente unico, pubblicando sui siti dei suoi marchi Peugeot, Citroën e DS i dati dei consumi di più̀ di 1000 modelli ottenuti in condizioni di guida reali, e poi le misure delle emissioni degli NOx e PN. I clienti, a questo punto ben informati, possono anche configurare i loro modelli e i parametri di utilizzo per verificare i loro consumi di carburante.

In vista del WLTP, tutte le vetture Opel sono state dotate di tecnologie all’avanguardia come il sistema SCR (Riduzione Catalitica Selettiva) per le vetture diesel e il Filtro Antiparticolato (GPF) per le vetture con motore benzina a iniezione diretta.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia