17 Dicembre 2018

Quanto costa noleggiare l’Alfa Romeo Giulia?

Alfa Romeo Giulia è la punta di diamante del Biscione: una soluzione premium per flotte aziendali, professionisti e privati. Scopri qui quanto costa noleggiarla!

Noleggiare Alfa Romeo Giulia: una soluzione premium per professionisti e dirigenti aziendali, ma anche per i privati, che scelgono il renting per avere un unico canone e una guida senza pensieri. 

Alfa Romeo Giulia Chiaro e Tondo Impresa

Dunque quanto costa noleggiare Alfa Romeo Giulia? Il canone è di 399 euro al mese, Iva inclusa, nell’intervallo 36 mesi/60.000 km per la Alfa Romeo Giulia 2.2 Super (offerta veicolata da Leasys con la formula Noleggio Chiaro). Anticipo: 10.990 euro, Iva inclusa.

Approfondisci: la nostra prova della berlina del Biscione

ALFA ROMEO GIULIA: SIGNORA DELLA STRADA

Linea sportiva, dimensioni imponenti, interni premium: sono queste le caratteristiche principali di Alfa Romeo Giulia, lanciata nel 2016 e diventata in poco tempo una delle punte di diamante dell’offerta del Gruppo FCA. La testimonianza di tale rilevanza arriva dall’intervista che avevamo fatto a Gianluca Italia al Salone di Parigi 2016.

Il modello in questione presenta un motore 2.2 Turbodiesel da 190 Cv abbinato al cambio automatico AT8. Fari bi-xenon, sensori di parcheggio, cerchi in lega da 17 pollici e volante in pelle sono i principali equipaggiamenti previsti di serie. Il sistema multimediale Uconnect (leggi qui come funziona) costituisce inoltre un punto di forza per consentire ai driver di gestire tutte le funzioni in tranquillità durante il viaggio.

L’OFFERTA DI NOLEGGIO

L’offerta di Leasys presenta una particolarità: il driver a scadenza del contratto, avrà diritto di prelazione per l’acquisto del veicolo. E nell’arco dell’accordo presenta una serie di servizi completa: si va dalla copertura RCA con penale risarcitoria, alla tassa di proprietà, fino all’assistenza stradale.

Ci sono poi il servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria, il servizio copertura incendio e furto con penale risarcitoria, il servizio riparazione danni (sempre con penale risarcitoria), il servizio di infomobilità I-Care e, non da ultimo, la possibilità di utilizzo di una app gratuita per la gestione dei servizi.

Leggi anche: quanto costa noleggiare la Citroen C3 Aircross?

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia