Quanto costano i servizi di car sharing in Italia?

Il car sharing è un fenomeno sempre più diffuso nel nostro Paese. A pochi giorni dal debutto ufficiale di Share Now, il più grande polo dell’auto condivisa esistente al mondo, vediamo quanto costano e dove sono attivi i principali servizi di car sharing in Italia.

Quanto costano i servizi di car sharing? La domanda è di stretta attualità sia perché in questi giorni è nato ufficialmente Share Now, il più grande polo del car sharing in Italia e nel mondo costituito dall’unione di Car2go e DriveNow, sia perché il car sharing è una realtà in grande crescita, nel nostro Paese e non solo.

Share Now: la joint venture tra car2go e DriveNow, riuniti sotto un unico operatore di car sharing

Lo sviluppo del car sharing in Italia dal 2013 a oggi è stato costante e dirompente. Merito della crescita della sharing mobility, ma anche della volontà di ottimizzare l’utilizzo delle vetture: basti pensare che, secondo le statistiche più recenti, un veicolo di proprietà viene utilizzato in media solamente per il 5-10% del tempo nel corso della sua vita, mentre per il restante tempo rimane fermo e inutilizzato.

Approfondisci: come funziona il car sharing?

LA CRESCITA DEL CAR SHARING IN ITALIA

Il Rapporto Aniasa 2019 testimonia che lo scorso anno in Italia sono stati effettuati circa 12 milioni di noleggi, con 81 milioni di Km percorsi da parte di circa 1,8 milioni di iscritti.

Car sharing dati Rapporto Aniasa 2019

Anche gli ultimi dati forniti dall’Osservatorio sulla Sharing Mobility (piattaforma lanciata nel 2015 dal Ministero dell’Ambiente e dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile e che dallo scorso anno vede anche la partecipazione del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti) confermano quello della condivisione è un settore importante. Gli utenti della sharing mobility (car sharing, scooter sharing e carpooling aziendale ed extra-urbano), in generale, sono arrivati, secondo le stime dell’Osservatorio, a 5,2 milioni.

Leggi anche: i servizi di car sharing che non ce l’hanno fatta a sopravvivere

I SERVIZI DI CAR SHARING IN ITALIA

In Italia, dal 2013 a oggi, sono nati numerosissimi servizi di car sharing a livello locale, molti dei quali legati alle Case automobilistiche e all’auto elettrica, il cui binomio con l’auto condivisa è sempre più forte. Qualche esempio?

Corrente a Bologna, che conta oltre 200 Zoe. Ma, in generale, le città sono numerosissime: Palermo (AmiGO), Latina (Eppy), Bergamo (Muoviti Controcorrente – Car Sharing Bergamo by Lozza), Torino (Bluetorino), Arezzo (Car Sharing Arezzo), Genova (Genova Car Sharing, con GirACI), Cagliari (Playcar), Bolzano, Bressanone, Merano, Brunico, Riva del Garda, Rovereto e Trento (Car Sharing Südtirol Alto Adige) sono le città che propongono il car sharing elettrico, ma anche Padova offre veicoli a zero emissioni in condivisione. E poi ci sono E-Vai (che include tutta la Lombardia) e 4USMobile (il servizio di car sharing elettrico a flusso libero nella “Metropoli Diffusa del Basso Salento”).

Qui prendiamo in considerazione i principali servizi, diffusi in diverse città del nostro Paese o che contano flotte nell’ordine delle centinaia e, a volte, delle migliaia di veicoli.

Operatore Le auto Città Tariffa
Adduma Car Citroen C-Zero, Renault Zoe Firenze e Sesto Fiorentino Da 0,18 euro al minuto la prima ora, da 0,07 euro al minuto dalla seconda ora
Share Now Smart Fortwo (anche cabrio), Smart ForFour, Mercedes Classe A, Mini 3 e 5 porte, Mini Clubman, Mini Cabrio, BMW Serie 1, BMW Serie 2 Active Tourer e Cabrio. Milano, Torino, Roma, Firenze 0,19 euro al minuto, da 7,99 euro all’ora

 

Enjoy Fiat 500, Fiat Doblò Milano, Roma, Torino, Firenze, Bologna 0,25 euro al minuto
Share’ngo quadricicli elettrici ZD Milano, Firenze, Roma,
Modena
0,28 euro al minuto la tariffa base
Ubeeqo Auto e furgoni di diversi modelli Milano Formula Flexy: a partire da 2,2 euro l’ora e 29 euro al giorno + canone mensile 5euro.

Formula Easy: a partire da 5 euro l’ora e 39 euro al giorno, con nessun canone mensile

 

Yuko Toyota Yaris Hybrid, Toyota Proace Verso. Venezia Da 0,65 euro al km; tariffa oraria: da 3 euro; tariffa giornaliera: da 55 euro.

 

QUANTO COSTANO I SERVIZI DI CAR SHARING

ADDUMA CAR

Adduma Car, azienda siciliana promotrice della mobilità sostenibile, punta su un car sharing elettrico low cost. L’iscrizione è gratuita. Il servizio è attivo a Firenze e a Sesto Fiorentino e parte da 0,18 euro al minuto la prima ora, da 0,07 euro al minuto dalla seconda ora.

nissan e adduma insieme per il car sharing elettrico per turisti

Leggi anche: quanto costa Adduma Car

SHARE NOW

Appena nato dall’esperienza di Car2go e DriveNow, il servizio unisce la gamma Smart, Mercedes, BMW e Mini, offrendo diversi modelli. Le città italiane in cui è attivo sono Milano, Torino, Roma, Firenze. Le tariffe partono da 0,19 euro al minuto e da 7,99 euro all’ora.

Share Now: la joint venture tra car2go e DriveNow, ecco la nuova flotta

Ci sono poi anche dei pacchetti, precisamente 24 ore, con 200 km inclusi, a partire da 69 euro; 48 ore, con 400 km inclusi, a partire da 109 euro; 72 ore, con 400 km inclusi, a partire da 139 euro, e 96 ore, con 400 km inclusi, a partire da 159 euro.

ENJOY

Il servizio di car sharing che vede protagoniste le famose Fiat 500 rosse e da poco anche i Fiat Doblò è attivo in ben 5 città: Milano, Roma, Torino, Firenze, Bologna. Le tariffe partono da 0,25 euro al minuto e l’iscrizione è gratuita. La tariffa giornaliera parte invece da 50 euro.  La tariffa chilometrica, invece, che scatta dopo 50 km, di 25 centesimi al chilometro.

Enjoy: tutti i servizi di car shafing a milano

Leggi anche: quanto costa Enjoy?

SHARE’NGO

Le auto elettriche gialle di Share’ngo sono presenti a Milano, Firenze, Roma e Modena. L’iscrizione è gratuita e la tariffa base è di 0,25 euro al minuto. E’ possibile poi usufruire di pacchetti personalizzati, che partono da 5 euro (per il pacchetto Benvenuto) e abbassano le tariffe. In questo caso, per 21 minuti, il prezzo è di 0,24 euro al minuto.

Car sharing Share'ngo

UBEEQO

Ubeeqo, parte di Europcar Mobility Group, è il primo car sharing ad avere in flotta veicoli commerciali fin dalle sue origini. È attivo a Milano, con due diverse formule:

  • EASY, senza alcun costo di abbonamento e con tariffe orarie a seconda del veicolo scelto: 1h da 5 euro per una categoria small a 9 euro per un veicolo commerciale, 24h da 39 a 74 euro, 48h da 59 a 144 euro. I Primi50km sono gratuiti e inclusi ad ogni prenotazione, poi il costo al km è compreso tra i 0,25-0,30 euro/km.
  • FLEXY, con abbonamento mensile di 5 euro, gratuito per gli utenti Business con partita Iva. Le tariffe orarie a seconda del veicolo scelto: 1 ora da 2,2 a 3 euro, 24 da 29 a 59 euro, 48 da 39 a 109 euro.

Ubeeqo car sharing station based: tutti i servizi di mobilità condivisa a Milano

La tariffa notturna dalle 20 alle 8 è di 1,80 euro/ora, cargo esclusi. A queste tariffe aggiungiamo il pacchetto km che, oltre i 100 km, riduce il costo a km a 0,19 euro.

Leggi anche: quanto costa Ubeeqo?

YUKO

Yuko, il servizio di car sharing ibrido di Toyota è nato a Forlì, ma oggi è attivo a Venezia. La vettura protagonista è la Yaris. L’iscrizione costa 15 euro, ma l’abbonamento annuale è gratuito. I prezzi partono da 0,65 euro al km; la tariffa oraria da 3 euro; la tariffa giornaliera da 55 euro. La tariffa chilometrica giornaliera, che scatta dopo 50 km, è di 0,30 euro.

Car sharing Yuko Venezia auto ibride

Leggi anche: tutte le tariffe di Yuko

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia