RC auto, ecco come la percepiscono gli italiani

Più preparati sulle varie proposte in circolazione, più consapevoli del valore che rivestono certi servizi e, naturalmente, molto più attenti a valutare il rapporto qualità-prezzo. Questa è la fotografia degli automobilisti italiani scattata dalla recente ricerca ”Stetoscopio – Il sentire degli assicurati italiani’‘, promossa dalla compagnia online Quixa e condotta da MPS Marketing Problem Solving.

Secondo quest’indagine, è mutata la percezione dell’RC auto: in nove casi su dieci non viene più percepita come una “tassa” inevitabile, ma come un’importante tutela per se stessi e per i propri cari. Inoltre, circa il 70% degli italiani ha cambiato compagnia assicurativa almeno una volta da quando guida l’auto, e il 48% lo ha fatto più di due volte dalla prima sottoscrizione.

Prima di rinnovare la polizza, gli automobilisti italiani fanno ricerche mirate (il 45% degli intervistati),  e mettono a confronto le proposte disponibili usando appositi strumenti di comparazione (33%). E, spesso, la scelta non è legata al minor prezzo offerto, ma al classico passaparola: si cercano suggerimenti utili fra amici e parenti  soprattutto per valutare il  servizio offerto dalle compagnie assicurative in caso di sinistro (Leggi i dettagli della polizza a consumo di Sara assicurazioni). Infine, la ricerca ha permesso di tratteggiare quattro categorie di assicurati (imprevedibili, mercenari, competenti e fedeli), di cui qui di seguito trovate una sintesi:

Imprevedibili, ossia il 41% del campione. Sono i più numerosi, ma anche i meno informati. Cambiano rapidamente compagnia assicurativa di fronte a rincari o perché delusi dai servizi. Spesso però rinnovano la polizza senza informarsi su eventuali aggiornamenti o cambiamenti;

mercenari, pari al 26% del campione, sono gli automobilisti  interessati esclusivamente al prezzo. Prima della scadenza della polizza, valutano le migliori offerte sul mercato e nel 76% dei casi utilizzano siti comparatori;

competenti, il 19% , sono gli automobilisti che vogliono personalizzare la polizza assicurativa per adattarla alle proprie esigenze. Solitamente non cambiano compagnia dettati esclusivamente dal minor prezzo;

fedeli, sono un ristretto gruppo del campione (il 14%, per la precisione) e nella maggior parte dei casi sono donne. Creano un rapporto di fiducia con la compagnia assicurativa e rinnovano, quasi automaticamente, alla scadenza. Solo il 2% di questi automobilisti ha cambiato assicurazione nell’ultimo anno.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia