3 Maggio 2016

Dimensioni azzerate e “driving pleasure” con Renault 4Control

L’uno (Espace) è arrivato sul mercato italiano nel giugno 2015 e conta già 2mila immatricolazioni; l’altra (Talisman), nella versione berlina, è invece una novità di inizio anno. Due elementi li accomunano: sono entrambe vetture di grandi dimensioni e sono… indiscutibilmente Renault, a partire dal design che porta la firma di Laurens van den Acker.

Sono però soprattutto i modelli, insieme alla nuova Mégane GT, che il Marchio della Losanga ha deciso di dotare del sistema Renault 4Control con retrotreno che gira in controfase o in fase a seconda della velocità di marcia.

AGILE COME UN’UTILITARIA

Abbiamo testato i vantaggi di questa tecnologia, presentata dal costruttore francese già nel 2007 sulla terza generazione di Laguna (ora sostituita proprio dalla Talisman) grazie a una serie di prove di abilità proposte da Renault in occasione dell’appuntamento organizzato presso il KUBE, una struttura in cristallo e acciaio che sorge all’interno del complesso Net Center alle porte di Padova Est.

Lungo 4,86 metri, il nuovo Espace è stato impegnato in un percorso di agilità a diretto confronto con un’utilitaria storica, Clio, che si è da poco rifatta il “look”. Gli ottanta centimetri in più non hanno impedito al crossover francese di affrontare senza problemi il tracciato che si snodava intorno a enormi calici di cristallo e con lampadari a cascata che tintinnavano minacciosi. Tutto merito di un diametro di sterzata nell’ordine degli 11 metri sul modello provvisto di sistema 4Control, perfettamente in linea con i valori segnati da Clio (10,8 metri).

VIDEO: INTERVISTA A FRANCESCO FONTANA GIUSTI – RENAULT ITALIA

MANEGGEVOLE E FILANTE

Espressione del segmento D, che lo scorso anno ha pesato per il 14% sul mercato automotive europeo e per l’11,4% su quello italiano con netta prevalenza proprio di SUV/Crossover (60% contro il 37% rappresentato da berline/station wagon/coupé e cabrio e il 3% delle monovolume), a Padova nuovo Espace si è conteso la scena con la “Auto più bella dell’Anno 2015“, titolo conferito a Talisman alla 31esima edizione del Festival Automobile International di Parigi.

La vettura d’alta gamma, attesa per il mese di giugno nella variante station wagon, ha mostrato di rispondere alle principali richieste da parte della clientela specifica, attenta, oltre all’aspetto esteriore del veicolo e ovviamente al prezzo finale, ad aspetti quali la solidità, le prestazioni e i livelli di equipaggiamento.

Chiamata ad affrontare uno slalom con porte di cristallo situate a soli 8,75 metri di distanza l’una dall’altra, Talisman nell’allestimento top Initiale con sistema 4Control fornito di serie e cambio EDC ha confermato le annunciate doti di maneggevolezza in caso di basse velocità grazie alle ruote posteriori che sterzano in senso opposto rispetto all’avantreno.

La prova è stata ripetuta, per evidenziare le maggiori difficoltà, a bordo della variante ZEN priva della tecnologia che su tutte le versioni, esclusa quella più alta già ricordata, è proposta all’interno di un pack. I prezzi comunicati da Renault parlano di 1.750 euro per l’erede della Laguna e di 1.900 euro per Espace.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia