10 Giugno 2013

Renault apre il circuito “La strada giusta”

Renault ha inaugurato a Saint-Just dans l’Eure il “Circuito Renault, la strada giusta”, uno spazio aperto al pubblico dove si terranno corsi di guida sicura ed eco-compatibile. Un’intera flotta di veicoli della casa francese, sia termici sia elettrici, sarà a disposizione di privati, aziende, dipendenti Renault, piloti esperti e anche giovani alle prime esperienze di guida e persone diversamente abili. Per realizzare questo circuito, Renault si è avvalsa della collaborazione di alcuni operatori, tra cui Duprat Concept, uno dei maggiori operatori di parchi di divertimento, che lo ha ideato e messo a punto. La casa automobilistica e Duprat Concept hanno stabilito che i profitti derivanti dai corsi di addestramento saranno investiti in attività sociali. Inoltre, il nuovo circuito di Renault ospiterà un corso di laurea sulla “gestione dei rischi stradali in azienda”, tenuto dall’Università di Aix-Marseille, indirizzato agli studenti di scienze dell’educazione. Le iscrizioni si apriranno a settembre 2013 e il circuito verrà usato come spazio per l’addestramento e l’insegnamento, oltre che per discussioni e dibattiti tra esperti.

“Come costruttori di auto, ci impegniamo costantemente ad aumentare il piacere di guida dei nostri veicoli, ma abbiamo anche la responsabilità di migliorare il comportamento di guida e ridurre le emissioni di CO2- ha spiegato Carlos Tavares, Direttore Operazioni del Gruppo Renault -.In Europa, l’80% degli incidenti stradali è causato da un errore umano. Alcuni studi dimostrano che chi guida può ridurre il consumo di carburante anche del 25% semplicemente modificando il proprio stile di guida. Sono orgoglioso di inaugurare il Circuito Renault, che permetterà di formare oltre 2.000 persone ogni anno a una guida sicura; un’ulteriore dimostrazione del nostro impegno verso la responsabilità sociale d’impresa.”

CORSI COMPLETI –  Il corso di addestramento prevede una parte teorica (mattina) e una pratica (pomeriggio). Il programma formativo, incentrato sulla prevenzione degli incidenti e la guida ecologica, si propone di aiutare i partecipanti a comprendere meglio i meccanismi che sono alla base degli incidenti, ad analizzare le proprie reazioni (riflessi e paure) e a conoscere le potenzialità e i limiti delle tecnologie a bordo delle vetture (ABS, AFU ecc.). Inoltre, nel corso vengono spiegate le tecniche base per una guida ecologica (cambi di marcia, gestione di accelerazione e frenata anticipando le condizioni del traffico) e come impiegare al meglio le funzioni di eco-guida (indicatore dello stile di guida, report di viaggio, eco-coaching ed eco-navigazione . Il costo del corso è di 250 euro (pasti inclusi).

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia