19 Gennaio 2021

Renault Møbilize: il nuovo concetto di mobilità della Losanga

Nel corso della presentazione del nuovo piano Renaulution - Nouvelle Vague, Renault ha presentato anche Mobilize. Un nuovo brand di mobilità, che l'azienda punta a rendere il 20% del suo fatturato, e che si propone di offrire nuove soluzioni di energia, dati e mobilità, per venire incontro a clienti con soluzioni alternative a quella del tradizionale acquisto dell'automobile.

Il piano industriale di Renault presentato dal CEO Luca De Meo con il nome di Renaulution ha visto, tra le novità, principali, anche il nuovo brand Mobilize, una delle quattro nuove business unit del gruppo francese che proporrà servizi di mobilità, energia e dati. 

Mobilize integra hardware e software

Insieme a questa nuova, importantissima branca dell’azienda, Renault ha presentato un prototipo, dal nome EZ-1 Prototype, che ne è l’espressione concreta: si tratta infatti di una piccola vettura elettrica a due posti, destinata al car sharing, di cui Renault introduce un nuovo concetto proprio con Mobilize.

Approfondisci: Gruppo Renault, de Meo traccia la strada per Renault, Mobilize, Dacia e Alpine

MOBILIZE, O ANCHE LA NUOVA IDEA DI MOBILITÀ SECONDO RENAULT

Tutto tramite App. Renault vede ormai negli smartphone il centro di controllo della vita quotidiana di tutti i giorni, sia a casa che in giro. Controllo che riguarda anche l’apertura, il mantenimento, in alcuni casi anche il funzionamento delle vetture. 

I servizi che Mobilize vuole portare, quelli di mobilità ed energia, rispecchiano in pieno questa consapevolezza. Renault, che renderà disponibili i servizi anche ad altre marche e ai partner, vuole creare un suo vero ecosistema, che connetta al meglio e definitivamente tutto il suo mondo.

Mobilize, e il prototipo EZ-1 Prototype che nasce proprio sotto il nome Mobilize, incarnano la nuova visione, visto che la microcar è un veicolo sempre connesso che vede accesso senza chiave, e interagisce sempre con l’utente proprio tramite lo smartphone.

Il prototipo EZ-1 di Mobilize

La diversità del nuovo brand, e della stessa vettura, parte proprio dalla commercializzazione: niente vendita, ma l’utente pagherà solamente l’uso effettivo dell’auto, in base a tempo e chilometraggio.

Tre, in particolare, le sfide che vuole superare Renault tramite Mobilize:

  • Ridurre la differenza tra utilizzo e costo del veicolo (i veicoli attualmente sono inumati per il 90% del tempo);
  • Rendere più importante il valore residuo, in modo che il valore dei veicoli non si dimezzi dopo appena 3 anni;
  • Ridurre a 0 l’impronta CO2.

Proponendo servizi di mobilità flessibili per persone e beni, Mobilize riesce così a rispondere a problematiche concrete, dando soluzioni complementari e diverse rispetto al tradizionale sistema di acquisto dell’automobile. Inoltre, favorisce un maggior utilizzo dei beni, grazie all’economia circolare e alla condivisione.

Grazie agli oltre 6000 punti vendita Renault in Europa, Mobilize potrà quindi proporre sempre nuove soluzoioni di mobilità, secondo un utilizzo che va da un minuto a diversi anni, e per tutte le città. Non solo: Renault, tramite Mobilize, vuole avvalersi anche del suo portafoglio di start-up del Ettore della mobilità e dell’energia, in modo da progettare le migliori soluzioni per i clienti.

Leggi Anche: Il Recovery Plan prevede stanziamenti per infrastrutture e mobilità sostenibile

MOBILIZE PER L’USO NON-STOP E  PER UNA PRODUZIONE ECO-FRIENDLY

Mobilize e la sua vettura condivisa propongono un utilizzo molto semplice e veloce del servizio: la batteria, piccola, non può essere solo ricaricata, ma può essere estratta e sostituita con una già carica. Un sistema per ora visto solo su XEV YoYo che propone un’alternativa alle infrastrutture di ricarica tradizionali, e permette un utilizzo continuo, senza interruzioni del veicolo. 

La EZ-1 Prototype è una vettura 100% ecologica: non solo perché elettrica, ma anche perché prodotta con materiali riciclati e perché, alla fine del suo ciclo di vita, potrà essere riciclata al 95% per merito degli impianti della Re-Factory del Gruppo Renault a Flins.

Questo concept, però, è solo il primo, anzi un prologo alla serie di nuovi veicoli progettati ad hoc da Renault per Mobilize. Il nuovo brand, del resto dispone già di grandi vantaggi competitivi per entrare nel mercato della mobilità, e fa leva sulle competenze di Renault nello sviluppo di veicoli e nella sua attuale leadership europea per quanto riguarda i veicoli elettrici. 

Ecco perché, anche grazie al suo team interno di ingegneri e designer, Mobilize proporrà veicoli modulari, robusti, 100% elettrici e pensati per uso continuo e intensivo, e per percorsi con conducente, car sharing e trasporto on demand.

Mobilize controlla tutto tramite App

L’impegno di Mobilize consiste anche nello sviluppo di ecosistema energetico comprendente soluzioni di ricarica intelligenti e soluzioni avanzate per lo stoccaggio dell’energia, in modo da sostenere la transizione energetica.

Le soluzioni del nuovo brano possono essere integrate nelle Smart Island, quartieri e territori smart come per esempio le città, in modo da aiutare le stesse istituzioni rubane a raggiungere l’obiettivo di azzerare le emissioni.

Leggi Anche: Facciamo il punto, il futuro della mobilità in Europa

La nuova Marca di Renault propone quindi delle soluzioni che facilitino l’adozione e l’uso di veicoli elettrici. Su tutte, una mappa che permette ai clienti di localizzare le stazioni di ricarica pubbliche, nonché di pagare in tutta Europa con un unico sistema di pagamento. 

Infine, Mobilize propone per i clienti di flotte elettriche e ibride plug-in l’accesso facilitato alle infrastrutture di ricarica in tutta Europa. 

Leggi anche
Consigliati per te
Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia