10 Febbraio 2014

Renault presenta Next Two: verso la guida autonoma

Renault presenta il suo prototipo Next Two: un veicolo autonomo che associa delega della guida e connettività e dovrebbe arrivare sul mercato per il 2020.

Carlos Ghosn, presidente di Renault, ipotizza per Next Two un conducente (o forse sarebbe meglio chiamarlo passeggero) che impiega il tempo passato a bordo concentrandosi su  attività diverse dalla guida, perlopiù collegate alla possibilità di connettersi a Internet, per lavoro o divertimento.

Next Two prende il controllo della guida  in situazioni di traffico rallentato fino a 30 km/h su strade a scorrimento veloce. Dispone di parcheggiatore automatico: il veicolo ricerca un posto libero e compie tutte le manovre in autonomia. Il prototipo Renault capta tutte le reti disponibili (3G, 4G, Wifi) ed è compatibile con tutti i sistemi operativi. A bordo, i passeggeri hanno accesso a tutto ciò che possono trovare a casa o in ufficio.

Tutti i sistemi implementati sono accessibili e relativamente vicini alla commercializzazione, come spiega il capo dell’Innovazione Renault Frédéric Mathis: “Next Two è un prototipo realistico, che integra tecnologie sufficientemente mature per poter essere collocate, nel medio periodo, a bordo dei modelli di serie “.

Il concept Renault porta all’estremo la tendenza odierna di avere auto sempre più connesse. Le soluzioni elettroniche per la guida su cui Next Two si basa sono una cintura ad ultrasuoni che avvolge l’intero perimetro del veicolo, due sensori principali, a cui è riservato l’incarico di osservare l’ambiente circostante, un radar anteriore e una telecamera sistemata in corrispondenza del supporto retrovisore centrale.

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia