9 Ottobre 2020

Retrofit auto da termica ad elettrica: proposto bonus da 3.500 euro

In discussione in Parlamento in questi giorni un emendamento al Dl Agosto che propone l’introduzione di un bonus da 3.500 euro per incentivare il retrofit di vetture endotermiche in meno inquinanti auto elettrificate.

Si continua a parlare di incentivi. E mentre si attende il tanto auspicato rifinanziamento del bonus dedicato all’acquisto dei modelli appartenenti alle fasce di ammissioni più accessibili e popolari, il Governo discute di nuovi emendati da aggiungere al Decreto Agosto.

retrofit auto

Tra gli emendati indicati come prioritari da mettere al voto dai gruppi parlamentari, già approvato in Senato e tra poco in arrivo alla Camera per il via libera definitivo, anche quello proposto dal presidente della Commissione Bilancio Daniele Pesco, per istituire un incentivo al retrofit dei veicoli endotermici.

Approfondisci: Incentivi auto: tutte le agevolazioni

IL BONUS RIQUALIFICAZIONE ELETTRICA

L’emendamento al vaglio propone un incentivo pari al 60% del costo necessario per l’installazione di un kit di conversione elettrica sulla propria auto a benzina o gasolio, fino a un massimo di 3.500 euro di rimborso. Cui si aggiungerebbe il contributo pari al 60% delle spese per l’imposta di bollo per l’iscrizione al Pra. La misura riguarderebbe sia le auto che i veicoli commerciali leggeri omologati in Italia entro il 31 dicembre 2021.

Leggi anche: Batterie delle auto elettriche: quante ne esistono?

Il decreto Retrofit

La trasformazione dei veicoli da endotermici ad elettrici è regolarizzata dal decreto del ministero delle Infrastrutture e Trasporti 2219 del 2015, comunemente noto come Decreto Retrofit, che specifica le caratteristiche del kit per una riqualificazione a norma, comprendente la sostituzione del propulsore termico con un’unità elettrificata, comprensiva di power unit, pacco batterie ed interfaccia con la rete per la ricarica e la gestione del sistema.

bonus retrofit auto

L’operazione di retrofit consiste, oltre che nella sostituzione del motore, anche nell’eliminazione dei tubi di scappamento, del radiatore e del sistema di raffreddamento. Mentre il serbatoio del carburante viene naturalmente sostituito e, al suo posto, è installato un pacco di batterie ricaricabili. Una volta completato il processo, è obbligatorio portare l’auto presso gli uffici della Motorizzazione Civile per procedere all’aggiornamento della carta di circolazione. Il costo del retrofit spazia dai 5 ai 15 mila euro.

 

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia