Ricarica delle auto elettriche: la nuova sfida di DKV

Tra i prossimi progetti di DKV Euro Service, spicca il lancio di un servizio di ricarica delle auto elettriche, che si rivolgerà anche e soprattutto ai Fleet Manager e ai driver delle flotte aziendali. Obiettivo della società è quello di fornire servizi a valore aggiunto alle imprese, che favoriscano una maggiore semplicità nella gestione.

La ricarica delle auto elettriche è una nuova sfida per molti. Anche per chi, come DKV Euro Service, si occupa, come core business, di carte carburante. Una svolta importante, che fa capire immediatamente l’evoluzione che il mondo della mobilità sta attraversando. 

DKV Euro Service è un’azienda nota in Europa per i suoi servizi legati al trasporto su gomma di persone e merci. Nata in Germania, è diventata famosa per aver introdotto la prima carta carburante, la DKV CARD, con l’obiettivo di consentire ai clienti di pagare il rifornimento senza contanti.

“DKV, azienda focalizzata sui servizi di mobilità su strada, è presente sul mercato europeo da oltre 80 anni e sul mercato italiano da 40 anni” spiega Marco Berardelli, Managing Director di DKV Euro Service Italia. Le flotte aziendali (truck, veicoli commerciali e vetture) costituiscono un target importante all’interno del business della società.

DKV Card come funziona

Approfondisci: scopri nel dettaglio l’offerta dell’azienda 

I PROGETTI DI DKV 

“Il 2019 è cominciato molto bene per DKV: dal 2014 a oggi, seguiamo un trend di continua espansione e crescita” spiega Berardelli. Al centro di questo sviluppo, si colloca certamente l’offerta per le flotte. “Partiamo da un set di servizi già consolidato: la nostra carta carburante, ovvero il prodotto ‘core’ della nostra azienda, oggi permette di fare rifornimento di gasolio, benzina e alimentazioni alternative, come gas compresso e liquido. Seguendo il trend del mercato, stiamo anche lavorando per implementare in Italia un servizio di ricarica delle auto elettriche

Le auto elettriche sono attualmente un settore ancora di nicchia, ma specie nel mondo delle flotte aziendali le potenzialità sono enormi. “Stiamo concludendo in questi mesi accordi con i produttori di energia elettrica, per fornire ai clienti, a partire dal prossimo anno, un network per la ricarica elettrica su strada, a casa e al lavoro” rivela Marco Berardelli. Un servizio, quindi, che comprenderà anche le colonnine e le attrezzature necessarie per la ricarica delle auto elettriche.

Leggi anche: cosa pensano i Fleet Manager dell’auto elettrica e ibrida? I risultati della nostra survey

SERVIZI A VALORE AGGIUNTO

Semplicità di gestione: questo concetto è una sine qua non indispensabile per l’attività dei Fleet Manager. “Si tratta di uno dei punti focali anche per noi: ai Fleet Manager, infatti, offriamo servizi a valore aggiunto, come ad esempio un sistema completo che garantisce la sicurezza delle operazioni che vengono effettuate, la possibilità di disabilitare la carta durante il weekend, e un sistema di gestione on-line dedicato a Fleet Manager e driver” sottolinea il Managing Director di DKV Euro Service Italia.

driver carta DKV

Anche la capillarità è fondamentale, considerando le oltre 8mila stazioni di servizio convenzionate con DKV sul territorio nazionale. “Vorrei inoltre sottolineare che, sempre in termini di servizi a valore aggiunto, qualche anno fa abbiamo vinto il premio ‘Il Logistico dell’anno’ con un’innovativa carta, caratterizzata da un sistema post-pagato, ma, allo stesso tempo, con funzionalità pre-pagate” spiega Berardelli. In questo modo, il driver (o il Fleet Manager stesso) può alzare o abbassare il limite di utilizzo, a seconda delle necessità. 

ROTTA VERSO IL GREEN

Anche la sostenibilità è al centro dei progetti di DKV Euro Service Italia. “All’interno del nostro panel di servizi, abbiamo una carta carburante che permette la compensazione delle emissioni di CO2: il progetto consiste nel reinvestire una parte degli introiti ottenuti dal servizio fornito in progetti di ecosostenibilità ambientale. Un servizio apprezzato in maniera particolare dalle flotte che hanno obiettivi ben precisi in termini di sostenibilità ambientale”. La strada verso il green, quindi, è ormai tracciata.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia