“Per il 71% delle famiglie solo auto elettriche entro il 2030”

Entro quindici anni, quindi tendenzialmente prima della fine del 2030, il 71% delle famiglie che si sono dichiarate interessate arriverà a possedere un parco veicolare composto unicamente da auto elettriche.

Il dato, diffuso in occasione del Salone di Detroit (NAIAS), deriva dalle nuove ricerche condotte dalla multinazionale tedesca Robert Bosch, destinate a indirizzarne lo sviluppo tecnologico nel campo della mobilità zero emissioni.

Sempre dallo studio si ricava che il 62% tra coloro che hanno cambiato la propria auto ritiene che da qui a dieci anni potrà contare in famiglia su almeno un veicolo completamente elettrico.

VERSO UNA TECNOLOGIA SEMPRE PIÙ DI MASSA

Un’apertura in prospettiva che al momento però si scontra con la realtà di un circolante, specialmente in Italia, di dimensioni ancora piuttosto modeste.

“Grazie al riscontro degli OEM (Original Equipment Manufacturer, NdR) e all’interesse dei consumatori rileviamo un’importanza crescente dell’elettrificazione“, ha dichiarato Mike Mansuetti, Presidente di Robert Bosch North America (LLC), azienda presente in questi giorni, e sino al 22 gennaio prossimo (data di chiusura della manifestazione), al NAIAS.

Le soluzioni svelate nel Michigan, ha ripreso il “numero uno” a stelle e strisce, sono pensate per il grande pubblico, con l’obiettivo di supportare le Case costruttrici nell’impegno di rendere disponibile questa tecnologia “a gran parte” dei clienti finali.

ricarica-auto-elettriche

IL “CORO” (NON PICCOLO) DI CHI ANCORA NON CI CREDE

A frenare tuttavia la corsa delle auto elettriche vi sono una serie di ben noti problemi, alcuni dei quali marcatamente “tecnici”:

    • Carenza di snodi a breve distanza lungo la rete di ricarica
    • Tempo necessario per fare il”pieno” di energia alle batterie
    • Affidabilità del veicolo
    • Costi di manutenzione/riparazione

Senza contare, elemento invece per nulla trascurabile, che le vetture zero emissioni, proprio a causa dei volumi di vendita ancora contenuti, costano in proporzione molto di più rispetto a un modello con alimentazione tradizionale.

Ecco forse spiegato il perché il 32% degli intervistati coinvolti nella ricerca Bosch ha dichiarato di non pensare, almeno per i prossimi 15 anni, all’acquisto e alla sottoscrizione di un contratto di leasing con riferimento a una electric car.

IL SISTEMA “eAXLE” PER PROMUOVERE LE AUTO ELETTRICHE

Per nulla demotivata da questo risultato, che premia altri sistemi di propulsione e trasmissione, la squadra della Robert Bosch è sbarcata al NAIAS di Detroit per presentare in anteprima mondiale il suo sistema “eAxle”.

Si tratta di una piattaforma per la trazione elettrica modulare e scalabile, in grado di adattarsi a qualsiasi tipo di prodotto. In un unico sistema è condensata l’eccellenza dell’offerta Bosch. Di qui, la stima di una riduzione dei costi per le Case costruttrici nell’ordine del 5-10% rispetto all’acquisto dei singoli componenti da diversi fornitori.

bosch-gestione-termica-motore-auto-elettriche

Grazie alla “Thermal Management Station(vedi immagine sovrastante) i flussi di calore potranno essere gestiti in modo efficiente, regalando fino a un +25% di autonomia alle batterie in caso di circolazione durante i mesi più freddi dell’anno. L’approccio olistico applicato da Bosch livellerà verso il basso sia i costi sia i consumi di energia legati al riscaldamento in inverno e al raffreddamento in estate.

I VEICOLI DI DOMANI: EV (ZERO EMISSIONI) E AD (AUTONOMI)

Un discorso non esclude l’altro, anzi in Bosch gli sviluppi nel campo dell’elettrificazione vanno a integrarsi nelle soluzioni allo studio sui connected vehicles e l’autonomous driving.

Bosch ha scelto il palcoscenico del Salone Auto del Michigan per svelare, sempre in anteprima assoluta, il sistema Electric Power Steering (EPS), che entra in azione anche in caso di avaria del mezzo.

Nel garantire un’assistenza elettrica alla sterzata per un valore di circa il 50%, permetterà al driver, o anche al dispositivo per il pilotaggio automatico, di ridurre al minimo i rischi conseguenti a un malfunzionamento del veicolo.

INFOGRAFICA: LE PROSPETTIVE DELL’AUTO ELETTRICA IN FAMIGLIA

auto elettriche 2030

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia