Oltre mille esperti di IT per la Ricerca e Sviluppo Volkswagen

Ricercatori, esperti di high-tech, robotica e videogiochi: il settore Ricerca e Sviluppo Volkswagen si sta rafforzando.  Nei prossimi tre anni saranno assunti dalla Casa di Wolfsburg oltre mille specialisti di information technology. Questo perché Volkswagen vuole essere all’avanguardia nei campi dell’intelligenza artificiale, dei big data, della realtà virtuale, della produzione intelligente e della connettività. I campi che rappresentano la sfida del futuro della mobilità.

RICERCA E SVILUPPO VOLKSWAGEN

Metà dei mille nuovi assunti esperti di IT assunti per la Ricerca e Sviluppo Volkswagen lavorerà proprio nella storica sede del Gruppo, a Wolfsburg. Saranno impegnati nel cuore dell’organizzazione di information technology nella sede centrale, ma anche nei laboratori IT di Wolfsburg, Berlino e Monaco. Karlheinz Blessing, membro del Consiglio di Amministrazione del Gruppo Volkswagen e Responsabile per le Risorse Umane, afferma:

 “Chi vuole dare forma al futuro della mobilità sta venendo in Volkswagen. Stiamo affrontando le maggiori sfide del futuro -digitalizzazione, sviluppo di software, mobilità elettrica, guida autonoma e servizi di mobilità -con le persone migliori. Per questi settori, stiamo rafforzando il nostro team con esperti di prima classe”

LE SFIDE DEL FUTURO

Le responsabilità degli esperti sono quelle di creare nuove soluzioni in diversi ambiti. Dalla gestione dei big data, all’Industria 4.0, all’internet delle cose, la connettività, i servizi di mobilità e la realtà virtuale. Martin Hofmann, CIO del Gruppo Volkswagen spiega: “I compiti che affrontiamo sono più vari e interessanti che mai. Per il Gruppo Volkswagen, azienda di mobilità globale, IT significa: collaborazione internazionale, lavorare in team versatili, creativi e dinamici, e la tecnologia più avanzata.”

Nel corso degli ultimi mesi, il settore Ricerca e Sviluppo Volkswagen ha già reclutato nuovo personale altamente specializzato, proveniente da vari Paesi e diversi settori. Fra loro esperti di robotica, di design thinking e ricercatori nel campo dell’intelligenza artificiale. Questi nuovi assunti sono impiegati in unità come il Virtual Engineering Lab, il Data Lab, lo Smart Production Lab, l’Ideation Hub o l’IT di Gruppo a Wolfsburg.

Robot intelligente Wolkswagen
Wolfgang Hackenberg e Johannes Teiwes lavorano al robot intelligente di Wolkswagen

IL ROBOT INTELLIGENTE DI WOLFSBURG

Un bell’esempio delle sfide di IT del Gruppo Volkswagen è dato dallo Smart Production Lab di Wolfsburg, uno dei cinque centri creativi del Gruppo in ambito IT (gli altri si trovano a Berlino, Monaco e San Francisco). Il focus principale del laboratorio di Wolfsburg è la fabbrica intelligente. Nello stabilimento digitalizzato del futuro, le persone e i robot lavoreranno sui componenti insieme, cooperando. Il capo del centro di Wolfsburg è l’ingegnere 36enne Wolfgang Hackenberg, che spiega:

 “Finora è stato necessario garantire una separazione fisica tra le fasi produttive e gli spazi di lavoro di persone e robot.Questa non è vera cooperazione. Abbiamo integrato un robot brevettato e sensori utilizzando un software in modo tale che persone e robot possano lavorare nello stesso spazio senza rischi e addirittura interagendo. Per la prima volta, siamo stati in grado di realizzare una cooperazione diretta fra uomini e robot”

Nello sviluppo di questo sistema, gli esperti dello Smart Production Lab della Volkswagen hanno lavorato fianco a fianco con gli scienziati del Robotics Innovation Center, che fa parte del Centro tedesco di Ricerca per l’Intelligenza Artificiale (DFKI) di Brema, uno degli istituti leader a livello mondiale per la ricerca sull’intelligenza artificiale.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia