Coronavirus: le proposte di MOTUS-E per l’e-mobility

Ben mirate sono le proposte presentate al Governo da MOTUS-E, a sostegno di tutte le aziende coinvolte, per continuare a spingere il settore dell’e-mobility in Italia.

Il settore automotive è stato fortemente colpito dal diffondersi della pandemia Covid-19. Eppure, nonostante le difficoltà, sarebbe rischioso per l’Italia frenare o rinviare la transizione tecnologica. Anche in questo momento di crisi, l’abbattimento dell’inquinamento è una necessità e la mobilità gioca un ruolo determinante.

auto elettrica

Questo il pensiero di MOTUS-E, che ha chiesto aiuto al Governo per salvare le imprese dell’e-mobility e proseguire le iniziative tecnologiche precedentemente discusse di fronte al MiSE nell’ambito del tavolo Automotive.

LE PROPOSTE MOTUS-E

L’intera filiera produttiva ha subito, a causa del diffondersi del coronavirus, uno sconvolgimento radicale. MOTUS-E cerca nelle Istituzioni una risposta che sia sì rapida e pragmatica, ma anche lungimirante. Le richieste mirano ad accrescere la competitività delle aziende italiane nel contesto europeo e mondiale.

Approfondisci: tutti i progetti di MOTUS-E

1. Stimolo della domanda

Per stimolare l’acquisto di auto elettriche, MOTUS-E chiede il rafforzamento dell’ecobonus per i veicoli a 0 e basse emissioni, introdotto con la legge di bilancio 2019. Altra soluzione proposta, a favore stavolta delle imprese, è la revisione dei meccanismi di deducibilità in caso di leasing, acquisto o noleggio di un veicolo a 0 e basse emissioni. Infine, sarebbe utile decarbonizzare la logistica urbana, stimolando l’acquisto di veicoli di trasporto merci a 0 emissioni.

auto elettrica ricarica

Approfondisci: Auto elettrica: tutti gli incentivi regionali in Italia

2. Sostegno alle infrastrutture di ricarica

MOTUS-E chiede il supporto della ricarica a casa e in ufficio, prevedendo agevolazioni fiscali l’installazione di infrastrutture private. Auspica, inoltre, la costruzione di una rete nazionale efficiente e capillare, prevedendo la semplificazione dell’iter per l’installazione e un piano di investimenti dedicato per le infrastrutture pubbliche.

Leggi anche: la fotografia delle infrastrutture in Italia

3. Supporto all’offerta

A sostegno delle imprese produttrici, MOTUS-E chiede la creazione di vantaggiosi strumenti di aggregazione per le PMI, che aumentino i vantaggi fiscali per le imprese aderenti a contratti di rete. Infine, sgravi fiscali e contributivi per l’assunzione di tecnici specializzati nel settore della mobilità elettrica e un’estensione dei programmi di formazione Industria 4.0 per la riqualificazione del personale.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia