Rinspeed Budii: a Ginevra l’auto-maggiordomo

Tra i concept che verranno presentati tra qualche settimana al Salone di Ginevra 2015, uno è particolarmente curioso: il Costruttore svizzero Rinspeed esporrà infatti la Budii, futuristico prototipo di auto a guida autonoma capace di comportarsi, nei confronti del driver, come un vero maggiordomo.

La guida autonoma è uno dei temi più caldi del momento. Non poteva, quindi, mancare un concept in una kermesse prestigiosa come il Salone di Ginevra 2015. In tal senso, quella della Rinspeed Budii è una vera scommessa, un po’ ardita se vogliamo, ma che certamente attirerà i flash di fotografi e la curiosità degli addetti ai lavori: si tratta di un’auto elettrica costruita sulla base della BMW i3, in grado di comportarsi come un autista digitale o, per dirla in termini più semplici, un robot-maggiordomo. Da qui, il nome Budii, che deriva da “buddy”, che significa “amico”. Il driver, in altre, parole, quando sarà stanco, potrà lasciare spazio alla guida autonoma. Il volante potrà assumere tre diverse configurazioni: a sinistra per la classica guida “umana”, a destra per far guidare il passeggero, oppure al centro, nascosto dietro uno schermo, durante la guida autonoma. In quest’ultimo caso, gli interni potranno assumere una configurazione diversa, diventando una sorta di salotto per favorire il relax di chi è a bordo.

Arriverà dunque il momento in cui i driver aziendali lasceranno spazio a un’automa, in grado di portarli ovunque? La domanda è tuttora aperta, ma, aldilà delle barriere culturali, le novità presentate all’ultimo CES di Las Vegas fanno capire che si sta andando verso questa direzione. Certo, ci sarà sempre chi dirà che si tratta di un’eresia, che una vettura va guidata per essere amata, che anche le macchine possono sbagliare e che, quindi, è impossibile e sconveniente lasciare la propria vita in mano a un robot. Intanto, però, le idee ci sono. E sono già concrete.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia