Seat Leon: alla conquista delle aziende con la “Business”

La nuova Seat Leon, terza generazione della compatta spagnola arrivata sul mercato italiano all’inizio di questo 2013, ha tutte le carte in regola per conquistare le car policy. La Casa iberica ci crede e non a caso, al momento del lancio, ha presentato anche una versione Business, espressamente dedicata alle esigenze dei driver aziendali.

ANIMA FLOTTE L’anima flotte si intravede già nei due ricchi allestimenti principali del modello: il Reference, che include di serie il Seat Media System touchscreen da 5”, il volante multifunzione, il computer di bordo, 6 airbag, (oltre all’airgbag ginocchia conducente) e diversi controlli elettronici di trazione e stabilità (l’ASR -Acceleration Slip Regulation, l’ESP – Electronic Stability Program e l’ABS), e lo Style, che in aggiunta offre, tra gli altri, cerchi in lega da 16”, Climatronic bi-zona, volante a tre razze in pelle, regolatore di velocità, vivavoce Bluetooth, Radio System Color con 6 altoparlanti e fari fendinebbia con funzione cornering.

SU MISURA Seat, però, ha lanciato anche una versione Business, su misura per le aziende. Con questo allestimento, la clientela corporate avrà a disposizione una serie di equipaggiamenti specifici quali Bluetooth, fari fendinebbia con funzione cornering, alzacristalli elettrici anteriori e posteriori, console centrale portaoggetti e regolazione lombare del sedile conducente. L’allestimento Business è abbinato al motore 1.6 TDI CR 90 Cv (disponibile anche per la versione Reference), che garantisce consumi ed emissioni particolarmente contenuti, pari a 4,1 l/100 km e 108g/km (ciclo combinato).

(L’articolo approfondito sarà disponibile sul numero di marzo di Fleet Magazine)

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia