8 Ottobre 2019

Seggiolino auto anti-abbandono, c’è il decreto: verso l’obbligo di utilizzo

La firma del decreto attuativo da parte del ministro dei Trasporti dà il via libera alla pubblicazione in GU e l'entrata in vigore dell'obbligo di utilizzo del seggiolino anti-abbandono in auto per i bambini fino a 4 anni

L’ultimo, atteso, passo è arrivato. I seggiolini anti-abbandono diventano obbligatori. Da quando? Lo saranno non appena il decreto attuativo, firmato dal ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, Paola De Micheli, verrà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. Da lì, ancora 120 giorni per un adeguamento tecnico, che porterà a regime il sistema a fine febbraio.

Seggiolino auto anti-abbandono obbligatorio
© Chicco

OBBLIGO DEI SEGGIOLINI ANTI-ABBANDONO

Il lungo iter di una legge approvata in Parlamento già nel 2018 (n. 117/2018) arriva a conclusione dopo numerosi passaggi tra sede europea e presso il Consiglio di Stato, a ravvedere la necessità di superare una diversa previsione dell’obbligo prescritto dall’articolo 172 del Nuovo Codice della Strada, in merito all’impiego dei seggiolini per soggetti di età inferiore ai 4 anni e la previsione del limite di altezza fino a 150 cm.

L’obbligatorietà di dotarsi di seggiolini auto anti-abbandono sarà accompagnata da misure di agevolazione fiscale, che il Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture non ha ancora dettagliato nella loro portata.

Leggi anche: Nuovo Codice della Strada 2019, gli aggiornamenti introdotti

Il dispositivo dovrà essere a bordo dell’auto e utilizzato da tutti i bambini al di sotto dei 4 anni. La violazione della norma del Codice della strada porterà una sanzione tra gli 81 euro e 326 euro e 5 punti di decurtazione sulla patente. Per i recidivi (ripetersi della violazione nel biennio successivo la prima infrazione) si andrà incontro alla sospensione della patente per un periodo tra i 15 e i 60 giorni.

CARATTERISTICHE SEGGIOLINI ANTI-ABBANDONO

Sul punto strettamente tecnico, delle caratteristiche delle quali dovranno essere dotati i seggiolini anti-abbandono in auto dei bambini, la legge 117/2018 prevede un sistema di allarme visivo o sonoro, percepitbile tanto all’interno che all’esterno del veicolo.

Seggiolino auto anti-abbandono da quando
© Chicco

Le sperimentazioni più avanzate in materia hanno visto interfacciarsi di seggiolino e veicolo, per un avviso sonoro alla chiusura delle portiere, qualora sul seggiolino vi fosse ancora seduto un bambino. Si tratta, però, di un’integrazione di gran lunga più avanzata rispetto al dispositivo imposto.

I SENSORI DEL SEGGIOLINO ANTI-ABBANDONO

I sistemi comunemente disponibili sul mercato ricorrono a sensori di pressione installati nella seduta del seggiolino, così da rilevare la presenza o meno di un bambino. L’interfaccia del sensore con lo smartphone sviluppa gli avvisi nel caso in cui sensore e smartphone escano dal raggio di comunicazione della connessione Bluetooth, fino ad arrivare, con le soluzioni più evolute, all’invio di un messaggio sul telefonino. Limite di tale soluzione, di alert attraverso messaggio, la necessità di essere sotto copertura di rete.

Approfondisci: Cosa dice l’art. 172 del Codice della strada

Non mancano le soluzioni integrabili sui passeggini già in possesso, tuttavia, sul punto, andrà esaminata la norma del Ministero dei Trasporti per individuare il perimetro di applicabilità.

L’introduzione dell’obbligatorietà del seggiolino anti-abbandono si spera possa contribuire a evitare tante tragedie della disattenzione.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia