Sicily by car: “Il futuro? Più servizi e più saving”

“Il futuro non è certamente roseo: allora, per migliorare la propria situazione in termini di fatturato e profitti, è necessario aguzzare l’ingegno”. Tommaso Dragotto, presidente di Sicily by Car, sembra esser riuscito nell’obiettivo, a giudicare dai numeri con cui si appresta ad archiviare l’anno del cinquantesimo anniversario dell’azienda. “Il 2013 si sta chiudendo con un inaspettato incremento di fatturato del 22% rispetto all’anno precedente – conferma entusiasta il numero uno -. Gli obiettivi per il 2014? Innanzitutto mantenere gli stessi aumenti, se il mercato ce lo permetterà, e comunque non scendere al di sotto del 10%”.

AMPIA OFFERTA –
Sicily by Car punta all’arricchimento costante della propria offerta. Da qualche mese infatti, in cinque città italiane (Roma, Milano, Catania, Pisa e Firenze) è attivo il “Fast Check-in”: un servizio di consegna veloce della vettura per il cliente che ha inserito in precedenza tutti i dati identificativi. Tra le proposte di fine anno, inoltre, compaiono le vetture con le gomme invernali. “È un programma iniziato lo scorso 16 novembre – spiega Dragotto -, nel momento in cui è entrato in vigore l’obbligo delle catene o delle ruote da neve. Noi abbiamo optato per queste ultime e le abbiamo montate su circa mille vetture per dare un servizio migliore ai nostri clienti”.

PREVISIONI – Tornando al mercato del noleggio, Dragotto non ha dubbi: “Sicuramente quest’anno sta andando meglio del 2012, almeno per il noleggio a breve termine. Noi di Sicily by Car e Autoeuropa riteniamo che nel 2014 la situazione sarà ancora leggermente migliore”.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia