Sicurezza, sulla Mazda6 debutta l’head-up display

La versione 2015 della Mazda6 si rinnova sia all’esterno sia all’interno, con nuovi dispositivi pensati per la sicurezza delle flotte aziendali. A cominciare dai fari full Led adattivi con la funzione di controllo automatico del fascio luminoso (un meccanismo che assicura sempre la massima luminosità, senza però disturbare la visione ai conducenti dei veicoli che provengono in senso opposto o che sono davanti). A bordo della Mazda6 adesso “abbiamo una maggiore ergonomia ma anche nuove tecnologie a disposizione rispetto al modello precedente – spiega  Erika Giandomenico, product communication coordinator di Mazda Europe -. Debutta, ad esempio, il freno a mano elettrico” con un interruttore al posto dell’ingombrante leva. Plancia ridisegnata. Ora la Mazda 6 ha pure l’head-up display (per la prima volta montato su una Mazda), che la Casa nipponica ha battezzato “Active Driving Display”.

Mazda6 2015 berlina

L’HEAD-UP DISPLAY – Si tratta di un dispositivo che proietta le informazioni del quadro strumenti (ad esempio, velocità di marcia, numero di giri del motore, indicazioni di navigazione e limiti di velocità) direttamente all’interno del campo visivo del conducente, il quale li vede più velocemente e non si distrae, evitando di distogliere lo sguardo dalla strada. L’head-up display è di derivazione aeronautica, ma migliora la sicurezza delle flotte aziendali. Le indicazioni sono perfettamente leggibili indipendentemente dalle condizioni di luce.

SULLA MAZDA6 – L’Active Driving Display mostra nella linea di visuale davanti le informazioni sul veicolo in tempo reale, a una distanza di 1,5 metri dagli occhi del guidatore in modo da minimizzare l’adeguamento focale. Sono riportati tre dati per volta, in base a una gerarchia legata alla loro importanza. In condizioni normali, la velocità di marcia è in alto, seguita dalle indicazioni del sistema di navigazione. Ma se subentra un avvertimento di sicurezza urgente, l’Active Driving Display immediatamente visualizza questa informazione, tornando alla precedente impostazione una volta superato il pericolo. È ovvio che tutti questi dati sono anche visualizzati sul quadro strumenti, che è stato ridisegnato per migliorarne la visibilità e il senso di qualità.

PIU’ CURA – A bordo della nuova Mazda6 si nota la voglia di primeggiare della Casa nipponica, con allestimenti caratterizzati da soluzioni ricercate e un buon livello di finitura. “Gli interni offrono maggior comfort, con una qualità e un “feel” da premium – sottolinea Giandomenico – Diverse parti sono rivestite in pelle con doppia cucitura. È stata dedicata una grande attenzione ai dettagli e alla scelta dei materiali. Spiccano, ad esempio, gli elementi in alluminio che contribuiscono a dare un look più raffinato all’interno della vettura”. Tutti i comandi sono al posto giusto per essere azionati con facilità.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia