13 Febbraio 2015

Texa: “Sicurezza e saving, così conquistiamo le flotte”

La telematica è una valida alleata della sicurezza per le flotte aziendali. Così come lo è per il saving. La testimonianza arriva da Andrea Algeri, direttore della Business Unit Telemobility di Texa, l’azienda leader a livello mondiale nella progettazione, industrializzazione e costruzione di strumenti diagnostici multimarca per il settore automotive. A tre anni dalla nascita di questa divisione, i risultati sono infatti più che soddisfacenti. “Il bilancio dei miei tre anni in Texa è estremamente positivo, così come positivo è il risultato ottenuto dall’azienda, che continua a crescere e a espandersi sia sul mercato nazionale, sia su quello internazionale” testimonia Algeri.

VIDEO: INTERVISTA AD ANDREA ALGERI, DIRETTORE TELEMOBILITY DI TEXA

NUMERI IMPORTANTI – “I risultati sono stati importanti – rivela Algeri -: in termini di volumi, se nel 2013 siamo cresciuti cinque volte rispetto al 2012, nel 2014 abbiamo ulteriormente raddoppiato i risultati dell’anno precedente. Dal 2012 a oggi, i volumi si sono di fatto decuplicati. Stiamo gestendo oltre 20mila dispositivi, ma ciò che ritengo più importante è che le grandi aziende si avvicinano alla nostra offerta con la certezza che i dispositivi TMD possono contribuire a migliorare la gestione, fornendo una serie informazioni fondamentali ai fini del saving e della sicurezza per le flotte aziendali”.

LA NUOVA GENERAZIONE DEI SISTEMI TMD – Texa a maggio lancerà la nuova generazione della sua scatola nera: il TMD MK3 è una black-box 2.0, che installata a bordo del veicolo, è in grado di coniugare le informazioni satellitari con i dati sullo stato dell’auto provenienti dalle centraline elettroniche. Integra in un apparecchio collegabile alla presa OBD del veicolo un modulo diagnostico multimarca, un modulo telefonico 2G 3G, 4G e LTE, un modulo Bluetooth 4.0 Classic e LE, un modulo GNSS. E ancora, due accelerometri triassali, un giroscopio, un altimetro, un doppio microprocessore. Tutto questo declinato in tre diversi dispositivi (EDR, DIAG e PnP), modulari a seconda delle esigenze.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia