26 Giugno 2013

Sicurezza: Ford sperimenta Electronic Brake Light su 20 S-Max

Questo sistema avvisa i conducenti di auto dell’improvviso rallentamento delle vetture in marcia davanti a sé

20 Ford S-Max hanno partecipato all’importante progetto Safe Intelligent Mobility – Testfield Germany, conclusosi a dicembre 2012 e centrato sulla sperimentazione di una nuova tecnologia che permette di avvisare il driver dell’improvviso rallentamento delle vetture in marcia davanti a sé. Questa soluzione, particolarmente utile in condizioni di scarsa visibilità o di intenso traffico, sfrutta i sistemi di comunicazione wireless tra le auto; in caso di brusca frenata, dunque, il dispositivo di sicurezza “Electronic Brake Light” entra in funzione e trasmette un segnale agli altri veicoli per metterli al corrente della mutata situazione. Da un attento studio è emerso che le persone alla guida, grazie a questo sistema (testato insieme ad altri 20, potenzialmente candidati a essere parte della dotazione tecnologica delle auto del prossimo futuro) reagiscono con maggiore tempestività e cominciano a frenare per tempo, evitando in tal modo incidenti o situazione di pericolo. Oltre alle Ford S-Max, il progetto, sviluppato sulle strade intorno a Francoforte, ha visto la partecipazione di 500 collaudatori che hanno guidato 120 veicoli percorrendo più di 1,6 milioni di chilometri in 41.000 ore.

Secondo Paul Mascarenas, chief technical officer e vice presidente ricerca e innovazione di Ford, “La comunicazione auto-auto e auto-infrastrutture rappresenta uno dei principali scenari per l’innovazione tecnologica nel campo della sicurezza. Ford continua a portare avanti il proprio impegno per sviluppare nuove tecnologie di sicurezza e sperimentarle in condizioni di utilizzo reale in tutto il mondo, con l’obiettivo di implementarle nel prossimo futuro”.

Oltre all’“Electronic Brake Light”, Ford ha provato altri sistemi di sicurezza: l’“Obstacle Warning”, che avvisa i guidatori della presenza di ostacoli sulla strada, e il “Traffic Sign Assistant”, che trasmette in vettura i messaggi dei centri di monitoraggio del traffico.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia