30 Settembre 2020

SIFÀ: ecco il nuovo sito dedicato alla Circular mobility

Con il lancio della nuova piattaforma on-line dedicata alla Circular mobility, SIFÀ propone un nuovo approccio connesso ai trasporti. La locuzione parte dal concetto più ampio e già consolidato di economia circolare e prevede il coinvolgimento di tutti gli attori dell’automotive. Ecco come.

“Guidiamo oggi la mobilità di domani”. Con questo messaggio, SIFÀ lancia il nuovo sito dedicato al progetto Circular mobility: un modello sostenibile, che si ispira ai principi dell’economia circolare, in cui tutti i protagonisti della filiera automotive contribuiscono, in una visione di sistema, a costruire una mobilità sempre più “virtuosa” e attenta alla salvaguardia dell’ambiente.

Sifà circular mobility

Il mondo cambia – leggi la nostra survey sulla mobilità post-Covid – , le città si trasformano e la Società Italiana Flotte Aziendali, l’impresa guidata da Paolo Ghinolfi, propone un nuovo approccio connesso ai trasporti. La Circular Mobility,, fa sapere l’azienda, “è un’idea di futuro di cui SIFÀ vuole farsi promotrice, nel rispetto dell’ambiente e della qualità della vita”. 

Approfondisci: la vision dell’azienda sul futuro della mobilità

SIFÀ, ECONOMIA CIRCOLARE E MOBILITÀ

La locuzione parte dal concetto più ampio e già consolidato di economia circolare e prevede il coinvolgimento di tutti gli attori dell’automotive: Case auto, fornitori di materiali, noleggiatori, gestori di flotte, gestori di piattaforme dati, chi si occupa di riciclo.

Secondo la visione di SIFÀ, la mobilità del domani è un contenitore circolare, composto dalle materie prime (l’alimentazione dei veicoli), dalla produzione (le Case auto), dalla distribuzione (concessionari e noleggiatori), dall’utilizzo e dalla gestione (noleggio, mobilità condivisa) e dallo smaltimento e riutilizzo (usato).

L’obiettivo, specifica SIFÀ, è quello di rispondere alle esigenze dei clienti attraverso “l’offerta di soluzioni di mobilità innovative e personalizzate, a ridotto impatto ambientale. Circular mobility nasce anche per fare cultura verso tematiche ambientali e di salvaguardia del nostro pianeta, favorendo l’adozione di pratiche più responsabili a più livelli: da parte delle aziende, delle istituzioni e dei singoli cittadini”.

Leggi anche: ecco cosa pensano i noleggiatori del futuro del comparto dopo il Covid

OBIETTIVO SOSTENIBILITÀ

“SIFÀ è un’azienda socialmente responsabile, perché integra all’interno del proprio business obiettivi e azioni di tipo ambientale e sociale, che si traducono in iniziative concrete per il risparmio energetico e la riduzione dell’impatto ambientale. Con questo progetto abbiamo deciso di fare un passo in più: Circular Mobility vuole andare oltre il concetto di mobilità, estenderlo, per ridefinire le regole della mobilità di domani” spiega Paolo Ghinolfi, amministratore delegato di SIFÀ.

Paolo Ghinolfi offerta Sifà aziende

“Il settore dell’automotive ha nella visione della nostra azienda, e mia personale, l’imperativo di ispirarsi al concetto di economia circolare per un uso più efficiente e sostenibile delle risorse. Bisognerà sviluppare un ecosistema collaborativo in cui aziende leader del settore pubblico e privato e startup innovative lavorino fianco a fianco. Noi, così come i nostri partner, abbiamo iniziato a farlo e la nostra consapevolezza è quella di essere sulla strada giusta”.

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia