12 Maggio 2020

“Stimolare l’automotive significa supportare la manifattura italiana”: l’appello di ACI, Anfia e sindacati

ACI, ANFIA e le tre organizzazioni sindacali della metalmeccanica si rivolgono alle istituzioni per chiedere l’adozione di misure in grado di coniugare, nel settore automotive, esigenze ambientali e commerciali con quelle industriali e di tutela dei lavoratori.

L’emergenza Coronavirus e il conseguente lockdown hanno praticamente azzerato il mercato di auto, già in decrescita durante il primo bimestre 2020. Le stime prevedono ulteriori drastici cali: si parla di circa 500.000 immatricolazioni in meno rispetto al 2019. A ciò si aggiunge l’immobilizzazione di centinaia di veicoli che, se non venduti, rischiano di rallentare ulteriormente la ripresa delle attività produttive.

indacati-automotive-appello-istituzioni-fabbrica

Il settore automotive conta più di 1.200.000 lavoratori, rappresentando circa il 10% del PIL italiano. I rischi occupazionali che deriverebbero da un suo collasso sono altissimi. Ecco perché ACI, ANFIA e le tre organizzazioni sindacali della metalmeccanica, FIM-CISL, FIOM e UILM, hanno lanciato un appello alle istituzioni, chiedendo interventi concreti volti a salvaguardare industrie e lavoratori.

INCENTIVARE IL GREEN PER STIMOLARE IL MERCATO

Con gli obiettivi europei di decarbonizzazione e miglioramento della qualità dell’aria ben chiari, le associazioni rappresentative dell’automotive e le parti sociali suggeriscono alle istituzioni l’erogazione di incentivi per la rottamazione e l’acquisto di auto e veicoli commerciali eco-compatibili. Convinti che lo stanziamento di tali risorse supporterebbe l’investimento dell’acquisto di un veicolo da parte di cittadini e imprese, dando così impulso alla rete commerciale, nonché alle aziende produttrici di veicoli, parti e componenti.

Approfondisci: Tutti gli incentivii regionali per le auto elettriche e ibride

sindacati-automotive-appello-istituzioni-officina

L’obiettivo più ad ampio raggio, suggeriscono le organizzazioni, deve essere l’affrontare i cambiamenti tecnologici necessari per la sostenibilità ambientale, attuati nella salvaguardia dell’occupazione nel settore e nel sostegno della reinternalizzazione dei processi produttivi. A questo fine è opportuno proseguire l’attuazione dei lavori del Tavolo Automotive.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia