L’impegno del Gruppo Volkswagen sui Sistemi di Trasporto Intelligente

Ha colto l’occasione del Congresso Europeo di Strasburgo dedicato ai Sistemi di Trasporto Intelligente (racchiusi nell’acronimo ITS) per presentare le sue soluzioni in materia, volte a definire una nuova architettura di mobilità caratterizzata da una triplice “S”: smart (traduzione inglese dell’aggettivo sopra utilizzato), sostenibile e sicura.

I sistemi di trasporto intelligente sono un core business per il Gruppo Volkswagen

Il Gruppo Volkswagen ha fatto tappa all’evento ospitato nella località della Francia orientale nelle vesti di aderente alla partnership ERTICO-ITS Europe, che riunisce sotto un unico cappello un centinaio tra aziende e realtà istituzionali impegnate a sviluppare e promuovere, appunto, gli ITS.

PIÙ PARTNER ATTIVABILI, UN SOLO OBIETTIVO PRECISO

Una platea composta da quasi tremila persone ha assistito ai lavori della 12esima edizione del Congresso Europeo dedicato ai Sistemi di Trasporto Intelligente, la cui prossima edizione è attesa nel 2019 (ancora da comunicare la location), mentre tra il 17 e il 21 settembre 2018 Copenaghen accenderà i riflettori sul 25esimo ITS World Congress. Tre anni più tardi potrebbe essere la volta di Amburgo, in Germania, città partner del Gruppo automobilistico connazionale.

La collaborazione strategica tra la città tedesca e il colosso di Wolfsburg data allo scorso anno e ha visto i due partner impegnarsi in uno sforzo sinergico teso a trasformare la mobilità in ambito urbano in chiave ecologica e integrata, combinando la movimentazione individuale delle persone con il trasporto delle merci.

“L’obiettivo della TOGETHER – Strategy 2025 è di compiere la trasformazione da produttore di automobili a fornitore di una mobilità più confortevole, sicura e sostenibile per i nostri clienti.

Ecco perché stiamo incrementando le nostre attività proponendo soluzioni intelligenti, in collaborazione con città, istituzioni pubbliche, ricercatori, associazioni e altre case automobilistiche”

(Ludger Fretzen, Responsabile Strategia Nuovi Business – Gruppo Vw)

COSA INTENDE VOLKSWAGEN CON SISTEMI DI TRASPORTO INTELLIGENTE?

Sono diverse le diramazioni collegate ai Sistemi di Trasporto Intelligente. Car-pooling, guida autonoma e mobilità elettrica rappresentano tre esempi in tal senso, compendiati non a caso all’interno del piano di sviluppo globale e per singola marca (il dianzi citato “TOGETHER – Strategy 2025”), studiato da qui ai prossimi sette anni.

Anche i servizi studiati dalla Soc. MOIA riguarderanno i Sistemi di Mobilità Intelligente proposti dal Gruppo Volkswagen

MOIA è la neo-nata società del Gruppo Volkswagen ruotata sui nuovi servizi di mobilità, come la condivisione del tragitto, anche in ambito aziendale, e il trasporto a chiamata (ride-hailing).

Anche le soluzioni zero emissioni sono deputate a rivestire un’importanza particolare a livello sia di prodotto (entro la fine del 2018 sono attesi oltre 10 nuovi modelli elettrificati, e altri 30 li raggiungeranno prima della data segnata) e sia di infrastrutture (il Gruppo Volkswagen, trainato da Porsche, sta spingendo sull’acceleratore affinché si diffondano sempre più punti fast charge).

Sul fronte dell’autonomous driving il nome da tenere a mente è quello della Sedric, la concept car chiamata a illustrare la visione specifica del colosso di Wolfsburg, mentre in Audi è stata tenuta a battesimo di recente una sussidiaria inedita (Autonomous Intelligent Driving GmbH) che sarà al servizio non solo del Marchio dei Quattro Anelli, ma anche degli altri di proprietà del Gruppo.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia