Skoda Vision iV Concept, al Salone di Ginevra il secondo suv elettrico

Dopo Vision E tocca a un crossover sportivo, sviluppato su piattaforma MEB, anticipare il futuro elettrico di Skoda. Dal 2020 l'avvio della produzione dei primi modelli su architettura modulare

L’appuntamento con l’elettrico MEB, per Skoda, è fissato al 2020: primo modello a batterie sul mercato. Al Salone di Ginevra, il prossimo marzo, Skoda Vision iV Concept offrirà, invece, un’anticipazione di un secondo prodotto, crossover dalle linee sportive, destinato anch’esso alla produzione.

SKODA VISION, DUE MODELLI SU PIATTAFORMA MODULARE

Skoda Vision iV Concept

L’architettura modulare MEB svilupperà i primi modelli dal prossimo anno, mentre nel corso del 2019 è previsto il debutto della Citigo elettrica, in un percorso di elettrificazione che vedrà arrivare anche Skoda Superb ibrida plug-in, in occasione del restyling della berlina e wagon.

Leggi anche: Gamma Skoda 2019, le novità in arrivo

Le innovazioni proposte dal concept Vision iV sono anzitutto stilistiche, all’insegna di una marcata sportività per quello che dovrebbe proporsi come un prodotto di taglia compatta. Skoda ha già anticipato la trattazione dell’elettrico con il concept Vision E, due anni fa, suv dalle linee più classiche, che ritroveremo su strada nel 2020.

Approfondisci: Skoda Vision E Concept, il primo elettrico Skoda

SKODA A TUTTA ELETTRIFICAZIONE

L’architettura modulare sviluppata all’interno del gruppo Volkswagen vedrà Skoda produrre 5 modelli elettrici a batteria nel giro di 3 anni, in un piano di elettrificazione che conterà oltre 10 modelli tra ibrido ed elettrico puro a fine 2022.

VISION IV CONCEPT, IL DESIGN

Crossover elettrico Skoda Vision iV

Vision iV propone un design accattivante soprattutto nelle scelte operate sui fari. Le linee tutte spigoli alle quali ci ha abituato il marchio sono diventate un (positivo) segno distintivo; sul crossover-coupé, si trasformano in forme più assottigliate e triangolari sui gruppi ottici anteriori e introducono la novità centrale della striscia luminosa, una “lama” che personalizza il frontale, attraversa la calandra e raccorda i fari da parte a parte.

Leggi anche: Skoda eRS, la sigla sportiva elettrica

Design muscolare, dai primi bozzetti diffusi dal Centro Stile Skoda, frontale molto elaborato che lascia spazio a un posteriore che oltre ai fari essenziali e con una forma a C stilizzata, segnala la scritta Skoda – scelta operata in sostituzione del logo già dalla berlina Scala – illuminata.

Altri particolari che emergono dai bozzetti, in attesa di scoprire dal vivo Vision iV, la presenza delle telecamere al posto degli specchietti classici. Sarà a Ginevra che lo stile si riempirà di contenuti tecnici, con la bussola che punta i 245 cavalli con due motori elettrici e 500 km di autonomia promessi dal suv Vision E.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia