3 Febbraio 2014

Mazda, lo Skyactiv che conquista le flotte aziendali

 Mazda, nel 2013, ha puntato sulle motorizzazioni Skyactiv e ha immatricolato 880 vetture nel mercato flotte, raddoppiando i volumi del 2012. È un bilancio del 2013 decisamente positivo quello tracciato a Fleet Magazine da Massimiliano Giotti, fleet & remarketing manager di Mazda Italia, che guarda con ottimismo anche al nuovo anno appena cominciato.

MODELLI VINCENTI – Il modello che ha contribuito maggiormente alla crescita di Mazda è il CX-5, che ha più che triplicato i volumi. Il resto è dovuto alla nuova Mazda6, lanciata a metà dell’anno scorso. “Per il 2014 – spiega Giotti – puntiamo a incrementare le vendite del CX-5, che miglioreremo ulteriormente aggiungendo dotazioni ed equipaggiamenti. Inoltre, introdurremo la nuova Mazda3: un prodotto dal design bellissimo, con un livello di emissioni già Euro6 e che, sebbene di cilindrata 2.2, garantisce costi gestionali paragonabili a quelli di un 1.6: emissioni di soli 107 g/Km e più di 24 km al litro, in termini di consumi nel ciclo combinato.

SKYACTIV, STRATEGIA DI SOSTENIBILITA’ – “Grazie alla tecnologia Skyactiv – continua Massimiliano Giotti – Mazda ha rivoluzionato i motori a combustione interna tradizionali innalzandone l’efficienza di oltre il 30%, sviluppando in proprio telai, trasmissioni e componentistica con lo scopo di contribuire alla riduzione delle emissioni e consumi. Siamo gli unici a offrire di serie su Mazda6 l’i-ELOOP, un sistema di recupero dell’energia in frenata. Tutto ciò ci ha permesso di essere l’unico Costruttore al mondo ad essere presente alla recente fiera H2R, con un’automobile con motore tradizionale”. Per Mazda, il noleggio a lungo termine è molto importante. “Proporremo soluzioni personalizzate tramite un programma di noleggio captive, il Mazda Rent, e introdurremo uno strumento di leasing più competitivo”.

 

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia