Targa Telematics tra le “100 Italian E-Mobility Stories” di Enel e Fondazione Symbola

Negli scorsi giorni è stata presentata la ricerca “100 Italian E-Mobility Stories”, promossa da Enel con Fondazione Symbola, che ha evidenziato una serie di case histories legate alla filiera della mobilità elettrica, dai veicoli/motori 100% zero emissioni alle infrastrutture di ricarica, ai provider tecnologici quali Targa Telematics, partner della stessa Enel nel progetto “e-Go Car Sharing”.

copertina_ ricerca_ 100 Italian_ e_mobility_stories
La copertina del volume che raccoglie i risultati della ricerca sulle eccellenze italiane della e-mobility

E’ da evidenziare che, mentre nel contesto europeo la diffusione della green mobility sta crescendo rapidamente, da noi il trend si è mantenuto stabile da un anno con l’altro.

Nel 2016 la vendita di auto elettriche in Italia ha coperto solo lo 0,1% del mercato automotive nazionale, relegando a uno 0,01% la quota delle zero emissioni rispetto all’intero parco circolante contro il 25% della Norvegia o il 10% dell’Olanda, le due piazze commerciali che insieme al capofila mondiale Cina e agli Stati Uniti movimentano oltre 2/3 (il 70%) dei flussi globali legati a questo specifico settore.

TECNOLOGIA “USER-FRIENDLY”

Le esperienze raccontate nella ricerca di Enel e Fondazione Symbola, tutte riferite ad aziende italiane, “dimostrano che il Paese ha colto la sfida dell’auto elettrica e della nuova era della mobilità”, hanno dichiarato Francesco Starace (a.d. e direttore generale di Enel) ed Ermete Realacci (fondatore e presidente di Fondazione Symbola) nell’introduzione al volume che raccoglie i risultati dello studio.

francesco_starace_enel_100_italian_e_mobility_stories
Francesco Starace (a.d. e direttore generale di Enel) inquadrato nel maxi-schermo mentre parla sul palco

In questo scenario un impulso a procedere verso la green mobility potrà arrivare, più che dall’acquisto diretto di veicoli elettrici, da servizi come “e-Go Car Sharing”, che consentono di sperimentare i vantaggi di spostarsi in città e anche in contesti extra-urbani senza arrecare alcun danno all’ambiente.

Rivolto agli studenti e al personale (docenti/dipendenti) dell’Università degli Studi Roma Tre, “e-Go Car Sharing” è un progetto che ha combinato il know how di Enel sul versante delle infrastrutture di ricarica e di Renault, marchio che propone la gamma più completa di soluzioni di trasporto 100% zero emissioni.

e-go Car Sharing elettrico
Anche le bi-posto Renault Twizy tra i veicoli a disposizione nella flotta del servizio “e-go Car Sharing”

Se vuoi saperne di più sul progetto “e-Go Car Sharing”, clicca qui

UN RIFERIMENTO PER IL MONDO IoT

L’usabilità del servizio è stato uno dei cardini del lavoro di sviluppo della componente tecnologica applicata a questo “progetto di di e-mobility che sostiene la mobilità a zero emissioni e promuove l’uso responsabile dell’energia e delle nuove tecnologie”, ha ricordato Silvia Salemi, direttore Marketing di Targa Telematics, che abbiamo incrociato a Milano in occasione di “Innovauto”.

L’interfaccia intuitiva della piattaforma IoT è stata disegnata per guidare le fasi dell’esperienza utente, dalla prenotazione dell’auto elettrica al suo utilizzo. Il ricorso all’app e-Go permette al cliente di pagare l’auto per il tempo effettivo di guida (pay as you drive). È estremamente semplice, basta usare lo smartphone e la propria carta di credito.

e_mobility_silvia_salemi_targa_telematics“La nostra tecnologia è la componente abilitante del servizio ‘e-go Car Sharing’, che è parte del processo di digitalizzazione di Enel e del piano strategico della società, che si conferma come brand innovativo sul mercato.

La piattaforma di car sharing di Targa Telematics si configura come il valore aggiunto dell’ecosistema creato da Enel Energia presso l’Università degli Studi Roma Tre”.

(Silvia Salemi, direttore Marketing di Targa Telematics)

Targa Telematics è tra le eccellenze italiane in rapida espansione sul mercato internazionale nel settore del c.d. “Internet of Cars”, declinazione verticale del più esteso “Internet of Things” (IoT).

GLI ALTRI CONTENUTI DELLA NOSTRA NEWSLETTER

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia