Targa Telematics presenta Targa Best Choice, il tool per elettrificare la flotta

Targa Best Choice valuta l’efficacia e la profittabilità di una conversione all’elettrico dei veicoli all’interno di un parco auto. A sorpresa, già adesso il 70% circa dei veicoli potrebbe essere elettrificato.

Le tecnologie di Targa Telematics, come evidenziato anche nel corso del workshop tenuto al Fleet Motor Day 2020, accompagnano al meglio i Fleet Manager che vogliono elettrificare la flotta. Ne abbiamo parlato con  Roberto Moneda, Corporate Fleet Europe Sales Director Targa Telematics.

TARGA BEST CHOICE

Targa Telematics ha messo a punto Targa Best Choice, uno strumento che consente ai Fleet Manager e alle società di Noleggio a lungo termine di analizzare l’intera flotta per individuare opportunità di risparmio, sia in termini di costi sia di impatto ambientale, e valutare le vetture candidate ad essere sostituite con modelli elettrici.

Spiega Moneda: “È un pacchetto che offriamo a chi già a un veicolo connesso, come la maggior parte dei grandi noleggiatori, per indicare loro quali auto possono essere sostituite al meglio nell’ambito di un progetto di elettrificazione”.

Come funziona

Targa Best Choice analizza una serie di parametri tra cui lo storico dei dati della singola vettura, il profilo di guida e il contesto in cui viene impiegata per valutare in modo oggettivo l’efficacia e la profittabilità di una possibile riconversione delle auto, identificando la scelta migliore in fatto di propulsione tra elettrico termico e ibrido.

Il funzionamento di Targa Best Choice è molto semplice: basta inserire il numero di targa di una vettura connessa e, sulla base delle informazioni raccolte, la società produce un report sui potenziali risparmi e sulle riduzioni di C02 in modo che i Fleet Manager possano fare le loro valutazioni sull’intera flotta.

Una volta effettuato il test, Targa Telematics continua ad accompagnare il cliente, elaborando un piano specifico di conversione. Terminato il progetto di sostituzione e ottimizzazione della flotta, il supporto dato al Fleet Manager nella corretta gestione dei veicoli elettrici continua mettendo a disposizione strumenti che abilitano un corretto utilizzo delle batterie, dimensionamento e organizzazione delle infrastrutture di ricarica, verifica dei rifornimenti, consentendo un utilizzo ottimale anche ai driver.

La crescita dell’elettrico

Secondo i dati emessi da Unrae (Unione Nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri), rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, in Italia da gennaio ad agosto 2020 le immatricolazioni di veicoli elettrici hanno registrato un incremento del 108.3%.

Leggi anche: Mercato dell’auto – i dati del primo semestre 2020

Ha spiegato Alberto Falcione VP Sales di Targa Telematics: “È un dato che conosciamo e che teniamo monitorato. Certamente, in numeri assoluti, si tratta di poche migliaia di autovetture, ma i dati raccontano un trend in atto nel settore e il nostro compito è quello di saperlo leggere per poi sviluppare e fornire ai nostri clienti le soluzioni che il mercato richiede”.

auto elettrica targa best choice

Il 70% della flotta è convertibile

Da un’analisi effettuata dall’azienda su flotte di noleggiatori a lungo termine, è emerso che il possibile tasso di conversione di una flotta è spesso molto più alto di quanto inizialmente ipotizzato dai Fleet Manager: “Grazie ai quasi 500.000 mezzi annualmente gestiti a livello telematico siamo in grado di immaginare un numero percentuale molto elevato, anche piuttosto inaspettato: dalle ultime analisi emerge che quasi il 70% di una qualsiasi flotta può essere immediatamente elettrificato”, spiega Moneda.

Un bel cambio di passo, visto che fino a 2 anni fa l’elettrificazione sembrava un progetto a lunghissimo termine. Questo grazie all’introduzione di nuovi modelli e alla crescita delle infrastrutture di ricarica, che conta già oggi 11.500 punti di ricarica.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia