17 Giugno 2020

LeasePlan: con la telematica nuovi servizi e soluzioni

La Clear Box di LeasePlan consente di accedere a un numero sempre maggior di servizi e soluzioni. Un’evoluzione destinata a proseguire ancora di più nei prossimi mesi.

Manutenzione proattiva, point of interest per ridurre i fermi tecnici dei veicoli, mileage (rilevazione delle percorrenze): sono in crescita le soluzioni presenti e future che verranno offerte dalla Clear Box, il servizio telematico di LeasePlan Italia.

Telematica LeasePlan

Da diversi anni, non a caso, la società di noleggio sta affinando la proposizione in questo ambito, come testimonia Salvatore Mozzillo, direttore operativo di LeasePlan Italia.

Approfondisci: cosa pensano i Fleet Manager dell’evoluzione della telematica? La nostra survey

TELEMATICA LEASEPLAN: LA CRESCITA DEI SERVIZI

Il primo step risale a sei anni fa. “Abbiamo cominciato con un grande cliente, installando la black-box su ben 17mila veicoli. Fu una grande novità, perché allora la telematica veniva utilizzata quasi esclusivamente in ambito assicurativo” spiega Mozzillo.

Le prime scatole nere monitoravano i sinistri e intervenivano fornendo dati per il recupero dei veicoli rubati. Negli anni successivi la Clear Box è stata estesa a un numero sempre maggiore di veicoli. “La nostra mission è sempre stata quella di proteggere gli asset e di combattere, al tempo stesso, frodi e furti sempre nel pieno rispetto dei principi fondamentali di data protection”.

I SERVIZI DELLA CLEAR BOX

Le funzioni principali svolte dalla Clear Box consistono tuttora nel garantire la sicurezza del driver e l’ottimizzazione della flotta. “Un dato su tutti – prosegue Mozzillo –: nel 2019 il tasso di recovery dei veicoli della nostra flotta rubati è stato del 70%”.

LeasePlan Mobility Monitor telematica in auto

In questi anni, poi, l’offerta si è arricchita di ulteriori servizi di reportistica sulle percorrenze, sui consumi, passando per l’e-Call (la chiamata automatica verso i soccorsi in caso di sinistro), fino al monitoraggio dei point of interest, servizio essenziale per una migliore gestione dei veicoli aziendali.  Vediamo più nel dettaglio queste ultime sofisticate soluzioni, particolarmente utili per i clienti B2B:

  • Mileage: questo servizio telematico consente di ricalcolare le percorrenze a seconda dell’utilizzo reale che si fa del veicolo, distinguendo anche l’uso privato dall’uso aziendale.
  • Point of interest: permettono di impostare sul cartografico delle aree circoscritte per elaborare report sulla circolazione dei veicoli al loro interno. Le future applicazioni dei point of interest consentiranno inoltre di monitorare i tempi d’ingresso e di uscita dei veicoli dai punti di assistenza, con l’obiettivo di ridurre i tempi di fermo dei veicoli.
  • Manutenzione proattiva: lo sviluppo di tale funzionalità consentirà di intercettare, in base ai chilometraggi e agli alert provenienti dalle centraline, le necessità di manutenzione del veicolo.

“Questi servizi da una parte possono aiutare i noleggiatori a erogare un servizio più rapido e a garantire maggiore sicurezza dei clienti, e dall’altra, per quanto riguarda i Fleet Manager, contribuiscono a ottimizzare la flotta” commenta Mozzillo.

Leggi anche: la partnership tra la società di noleggio e Targa Telematics

LE POTENZIALITÀ DELLA TELEMATICA POST COVID

La fase di ripartenza (guarda il nostro webinar sul tema) potrà dare ulteriore impulso ai servizi della Clear Box. “Stiamo assistendo a settori merceologici che hanno conosciuto in questi mesi un grande sviluppo del loro business” osserva Mozzillo.

“Inoltre, pensiamo che nel prossimo futuro possa esserci un incremento nell’uso individuale dell’auto, in quanto più sicura rispetto, ad esempio, al trasporto pubblico, e che la telematica rappresenterà senz’altro un valore aggiunto in questo nuovo scenario” spiega ancora il direttore operativo di LeasePlan Italia.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia