15 Febbraio 2019

Arriva il telepedaggio unico europeo. Stop a “furbetti” e burocrazia

La direttiva mira ad armonizzare i sistemi di riscossione dei pedaggi tra Paesi membri e a risolvere i problemi dei mancati pagamenti. Perché sia applicata, però, potrebbero volerci anni.

Pagamenti unici per i pedaggi in tutta Europa. Con 536 voti a favore, 53 contrari e 17 astensioni, il Parlamento Europeo ha approvato la misura che uniforma il pedaggio nelle autostrade dei paesi dell’Unione Europea. Una buona notizia, che dovrebbe tradursi in un taglio alla burocrazia, in una semplificazione dei pagamenti e in un giro di vite contro i “furbetti” di altri Pesi Ue che non pagano i pedaggi.EETS telepedaggio unico europeo

IL TELEPEDAGGIO UNICO 

La direttiva mira ad armonizzare i sistemi di riscossione dei pedaggi tra Paesi membri e a risolvere i problemi dei mancati pagamenti.  Attualmente, infatti, i vari sistemi di pagamento elettronici nazionali sono spesso incompatibili tra loro.

Leggi anche: Pedaggi autostradali 2019: aumenti bloccati, almeno per ora

RISPARMIO PER LE AZIENDE

 I minori costi stimati grazie al telepedaggio unico Ue saranno di circa 370 milioni di euro l’anno.  Il telepedaggio unico armonizzerà i diversi sistemi di riscossione garantendo un risparmio agli utenti, tra cui gli autotrasportatori e quindi le imprese.

Ora, ad esempio, per viaggiare dal Portogallo alla Danimarca è necessaria la presenza di cinque o più unità di bordo sul cruscotto del veicolo. I driver e le aziende devono quindi impiegare tempo e denaro per occuparsi dei dati di viaggio, fatture ricevute, clausole contrattuali e ordini di pagamento, adempimenti e oneri amministrativi.

Il Servizio di tele pedaggio Ue prevede un unico abbonamento stipulato con un prestatore di servizi e quindi un’unica apparecchiatura di bordo. Così si riducono anche le operazioni di pagamento in contanti ai caselli dei pedaggi, migliorando il flusso di traffico e riducendo la congestione.aumento pedaggi autostradali Brebemi

STOP AI FURBETTI

I fruitori delle autostrade provenienti da altri stati membri dell’Unione Europa non potranno più omettere di pagare quanto dovuto a titolo di pedaggio.

Leggi anche: Stop ai “furbi” delle targhe straniere

La direttiva che armonizza il sistema di telepedaggio in Europa rende obbligatoria per gli Stati la convivenza delle diverse tecnologie accreditate disponibili (unità di bordo con tecnologia microonde, satellitare e comunicazioni mobili), pena l’impossibilità di imporre il pedaggio, e consente di recuperare i mancati pagamenti dei viaggiatori e trasportatori provenienti da altri Paesi membri, problema oggi grave e irrisolvibile.

Il telepedaggio europeo, chiamato Eets (European Electronic Toll Service), sarà disponibile su tutte le infrastrutture europee (autostrade, gallerie e ponti). Gli Stati hanno 30 mesi per applicate la direttiva.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia