5 Settembre 2018

7 giorni con Range Rover Velar: il Test Drive della D 300 SE R-Dynamic (2)

COME VA SU STRADA

Martedì

Tra le prime occasioni di provare la nuova Range Rover Velar su un tratto più lungo del classico casa-ufficio, c’è una trasferta fuori città che ha un’antica tessitura come meta: uno stabilimento d’inizio secolo dalla grazia architettonica tipica dei tempi. In viaggio il comfort emerge come tratto distintivo.

Range Rover Velar prova su strada

A 130 km/h il motore si mantiene a 1.900 giri/minuto, grazie all’8° rapporto del cambio che esalta le doti di grande stradista della Velar. Qualche fruscio solo alle velocità più alte, per il resto poco rumore. Buona la sensazione di controllo, perché lo sterzo ha una precisione più da grande berlina che da fuoristrada.

Leggi Anche: Jaguar Land Rover, in arrivo 5 nuovi modelli

Anche sporcando le curve il rollio non è eccessivo. I freni sono possenti (e ci mancherebbe, con il peso e le prestazioni). Di certo la R-Dynamic ha un assetto diverso, a cominciare dalle ruote, generosamente dimensionate. L’unica cosa che non va fatta, è stuzzicarne la stabilità, perché in caso di manovra tiro-rilascio in piena curva, il comportamento è più da trazione posteriore che da trazione integrale sempre in presa. Complice anche la potenza molto elevata di questa versione: 300 Cv. Le prestazioni, in ogni caso, non sono l’unico punto di forza della Velar. Per conoscere gli altri, occorre fare un giro nell’abitacolo…

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia