7 giorni con Hyundai Kona: il Test Drive della B-Suv “euro-coreana” (4)

MOTORIZZAZIONI E CONSUMI

Giovedì

Con un motore così piccolo qualche perplessità può nascere: ce la farà un 998 cc a muovere una vettura che, stando al libretto, pesa 1.233 Kg a vuoto? La risposta è sì. Benché, sempre sulla carta, la coppia massima sia di 170 Nm, quando alcuni motori concorrenti ne hanno 200. Eppure la Kona è vivace.

motori e consumi hyundai kona

L’acceleratore prevede uno step di fondo corsa che comanda la massima pressione del turbo e in effetti, fatta l’abitudine al tipico “effetto elastico” dei 3 cilindri nel tiro-rilascio, lo scatto c’è. Dubbio risolto, dunque.

La brillantezza generale deriva anche dallo sterzo, che è particolarmente rapido: un aspetto divertente ma, a onor del vero, anche poco riposante nei lunghi viaggi, perché è sin troppo reattivo e sensibile alla coppia sulle ruote anteriori in accelerazione.

In rettilineo invece il viaggio è fluido: consumi sui 15 km/litro a 130 km/h, motore a 3.000 giri. Marce lunghe, ma buona ripresa. La media di consumo in questa settimana è di 12,7 km/litro. Si può fare certamente di meglio, perché la disponibilità  dei 120 cv mi invita ad affondare il piede destro ben più del necessario.

Dopo tanti anni a gasolio sentire l’allungo di un benzina, anche se parliamo di un 3 cilindri, mi ridesta qualche sopito istinto.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia