1 Febbraio 2018

Nuova Kia Niro plug-in Hybrid, la prova della versione ibrida ricaricabile

La Kia Niro si evolve da semplice ibrida a ibrida plug-in. La nuova versione del crossover coreano si distingue esteticamente per la cornice satinata della calandra e le modanature blu nella carrozzeria, oltre al badge “Eco plug-in” e allo sportellino per la presa di corrente. La nuova Kia Niro plug-in Hybrid ha una forma da piccolo Suv che piace.

È lunga 4,35 metri, larga 1,80 metri e alta 1,54 metri, valori intermedi fra quelli di cee’d e Sportage. Si tratta di un modello del tutto originale, senza precedenti nella gamma Kia. Del tutto diversa quanto a carrozzeria e stile, la Niro eredita il sistema e le caratteristiche della cugina Hyundai Ioniq Plug-in Hybrid.

PERCHÉ SCEGLIERLA

La nuova Kia Niro Plug-in Hybrid (a trazione anteriore) rappresenta un’alternativa concreta e convincente ai modelli convenzionali a benzina o diesel e garantisce una mobilità a zero emissioni sufficiente a percorrere tragitti in maniera economica e senza inquinare.

Leggi Anche: tutti i modelli della gamma Kia 2018

Di sicuro conviene a chi non fa tanti chilometri, viaggia spesso in città e ha a disposizione un punto di carica (nel box, vicino casa o in ufficio). Altrimenti l’effetto di avere un pacco batterie più grande viene completamente vanificato.

LE MISURE DELLA NUOVA KIA NIRO PLUG-IN HYBRID

La nuova Kia Niro plug-in Hybrid ha una linea molto rassicurante, che si traduce in un’organizzazione degli spazi interni pragmatica e razionale. Il classico frontale a naso di tigre la rende subito riconoscibile come una Kia. Grande attenzione all’efficienza aerodinamica, come dimostra il valore di Cx 0,29. Anche i cerchi in lega da 16 pollici sono stati creati in modo da ridurre la resistenza aerodinamica.

Approfondisci: 5 auto ibride in arrivo nel 2018

Il passo lungo (2,7 metri) e gli sbalzi contenuti (87 centimetri davanti e 78 centimetri dietro) permettono di godere di un abitacolo molto ampio rispetto alle dimensioni esterne. Gli interni della nuova Kia Niro plug-in Hybrid si presentano pratici e spaziosi, con una plancia tradizionale, dominata al centro dal touchscreen da 8 pollici (compatibile con Android Auto e Apple CarPlay).

Interni nuova Kia Niro Plug-in Hybrid

A causa del nuovo pacco batterie al litio da 8,9 kWh, più grande rispetto alla versione ibrida (1,56 kWh), diminuisce un po’ la capacità del bagagliaio, che scende da 373 a 324 litri.

MOTORE

Il powertrain della nuova Kia Niro plug-in Hybrid è costituito dal motore 1.6 benzina GDI a ciclo Atkinson da 105 Cv, integrato da un’unità elettrica da 44,5 kW (più potente del 40% rispetto ai 32 kW del sistema ibrido tradizionale). Cambio automatico a doppia frizione a sei rapporti (con la leva d’ispirazione aeronautica). La potenza massima complessiva raggiunge i 141 CV, con una coppia di 265 Nm. C’è pure la modalità Sport.

L’incremento delle prestazioni del motore elettrico e della capacità delle batterie permette alla Kia Niro plug-in Hybrid di avere un’autonomia in modalità esclusivamente elettrica superiore a 50 chilometri. Secondo i dati dichiarati dalla Casa, le emissioni di CO2 sono pari 29 g/km (contro gli 88 g/km della Niro ibrida, in base al ciclo di omologazione NEDC).

CONSUMI

Le ibride con possibilità di ricarica attraverso la presa di corrente sono delle vere campionesse, quando si parla di contenimento dei consumi. Ma solo nel caso in cui si riesca sempre a partire con le batterie al 100%. Tempo di carica dalla rete domestica: circa sette ore. Ovviamente dipende dal tipo di percorso che affrontiamo e da quanto schiacciamo sull’acceleratore.

Prova su strada Kia Niro Plug-In Hybrid

Nel nostro test drive della nuova Kia Niro plug-in Hybrid (in città e fuori città, con batteria carica e scarica), abbiamo registrato un consumo medio di 4,5 l/100 km, con punte di 0,6 l/100 km. Sul cruscotto digitale (costituito da un singolo schermo TFT da 7 pollici) ci sono tutte le informazioni che riguardano il sistema di propulsione, lo stato delle batterie e pure le indicazioni per una guida più efficiente.

ELETTRICA PURA

Quando la Niro plug-in Hybrid funziona come un’elettrica pura (basta premere il pulsante accanto alla leva del cambio, a patto che la batteria sia carica), si caratterizza per un temperamento allegro e pronto. Non occorre adottare particolari accortezze per muoversi elettricamente (nemmeno nelle fasi di spunto). Solo se si esagera davvero nell’affondare il piede sul gas entra in gioco il motore termico.

Leggi Anche: la mappa delle auto elettriche in Europa, chi ne vende di più?

Accelerando senza troppa brutalità, si possono raggiungere tranquillamente i 120 km/h in autostrada, ovviamente a discapito dell’autonomia della batteria (che scende in maniera quasi vertiginosa). L’uso più adatto a questa modalità è quello cittadino, dove la marcia stop and go favorisce la rigenerazione della carica nei rallentamenti e nelle frenate. C’è anche il sistema EcoDAS (eco Driving assistant system) che suggerisce al driver quando alzare il piede dall’acceleratore per ottimizzare i consumi. L’assetto è abbastanza morbido e le sospensioni filtrano bene le asperità.

IBRIDA

Quando la Kia Niro plug-in Hybrid si comporta come una full-hybrid, a richiesta o quando la carica della batteria scende sotto il 20%, la musica cambia. Si fanno i primi passi in elettrico, poi interviene il motore termico.

Kia Niro Ibrida Plug-In

Ottima, comunque, la fluidità con cui le due unità s’alternano in maniera inavvertibile al lavoro. Molto frequenti i veleggiamenti, che permettono di contenere i consumi.

SICUREZZA

Per quanto riguarda i sistemi di assistenza alla guida, il pacchetto è completo (dalla frenata automatica di emergenza, al controllo della marcia in corsia, fino all’indicatore di stanchezza). A richiesta il cruise control attivo, i sensori per la copertura degli angoli ciechi e il controllo del traffico in uscita dal parcheggio in retromarcia.

Tecnologia Kia Niro Plug-In Hybrid

Non convince il pedale del freno di stazionamento, tutt’altro che pratico, se non addirittura fastidioso per la gamba sinistra. Quanto all’abitabilità, i centimetri non mancano, nemmeno dietro. Rispetto alla versione ibrida, la nuova Kia Niro plug-in Hybrid costa oltre 11.000 in più. Il listino parte da 36.700 euro.

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia