7 giorni con la nuova Jeep Cherokee: il Test Drive del Suv a stelle e strisce da 195 CV (5)

Un nome storico, un modello innovativo (Jeep Cherokee), oggi ridisegnato, potenziato, per driver più esigenti. E approvato dai Fleet Manager per la sicurezza all-inclusive, il cambio automatico e la trazione 4x2. Ecco il diario dei nostri 7 giorni al volante della nuova Jeep Cherokee.

EQUIPAGGIAMENTI

Venerdì

Il Model Year 2019 della Jeep Cherokee porta in dote anche una revisione dei comandi e dell’arredamento interno: da un lato il grande schermo dell’Uconnect Nav da 8,4’’, luminoso e ben contrastato graficamente, dall’altro il quadro strumenti riconfigurabile dotato di display a Led TFT (thin-film transistor) da 7″ a colori.

Nuova Jeep Cherokee 2019 abitacolo

Poi la consolle centrale è stata ridisegnata ingrandendo la tasca portaoggetti anteriore per creare lo spazio ideale per smartphone e altri dispositivi accanto alla porta USB integrata e accedere con facilità alla connettività.

Nuova Jeep Cherokee 2019 sistema multimediale Uconnect

Dal touchscreen, cliccando su “App” puoi visualizzare e gestire tutti i dispositivi presenti. Conto almeno 16 icone: riscaldamento e ventilazione sedile driver/passeggero, riscaldamento volante, telecamere, radio, media, climatizzatore, navigatore, telefono. C’è tutto. Uno degli sparuti optional è giusto il Cold weather group che, per 300 euro, include tappetini all-seasons, sedili anteriori riscaldati, parabrezza con funzione antigelo, volante riscaldato e paddle al volante. Vale certamente la spesa.

Leggi anche: il test drive della Jeep Compass

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia