24 Giugno 2020

Toyota RAV4, il suv da oltre un quarto di secolo

Dopo 26 anni sulla scena, il suv compatto Toyota ha tagliato il traguardo dei 10 milioni di esemplari venduti al mondo

Tra i padri fondatori di un modo diverso di vivere l’auto, corre veloce verso i trent’anni di storia. Dieci milioni di esemplari, un traguardo tagliato lo scorso febbraio da Toyota RAV4, idea primigenia di come, un fuoristrada, potesse anche essere civilizzato, essere a proprio agio in città e offrire versatilità fondamentale per attività là dove si interrompe la striscia d’asfalto.

Totora RAV4 story

TOYOTA RAV4

Dei fuoristrada, in origine e per due generazioni, ha conservato specifiche fondamentali come la trazione integrale permanente.

Un tratto distintivo presente nel 1994, anno di introduzione sulla scena internazionale, Toyota RAV4, si affacciava allora con carrozzeria 3 e 5 porte, su dimensioni che oggi diremmo essere da B-suv. In 4,16 metri racchiudeva l’idea di un Recreational Active Vehicle quattro ruote motrici. RAV4, appunto.

DAL PIANALE COROLLA ALLA TNGA-K

Nuovo Toyota RAV4 TNGA-K

Generazioni corse sull’onda di una piattaforma derivata inizialmente dalla Corolla, fino all’introduzione dell’architettura modulare TNGA-K, nel 2018 che è anno d’esordio della quinta generazione del suv.

Approfondisci: Al volante di Toyota RAV4, ecco come va

Il successo sul mercato globale è testimoniato dai volumi di vendita, nel solo 2019 in Europa ha messo a segno 133 mila unità vendute, sono oltre 2 milioni dal 1994 quelle vendute nel Vecchio Continente. Europa risultata il secondo mercato per volumi lo scorso anno, dietro un Nord Amerca da 535 mila esemplari e davanti alla Cina con 127 mila unità.

RETAGGIO OFF-ROAD

Toyota RAV4 versioni

Ha saputo evolversi e modellarsi sulla fisionomia di un mercato in crescita e in cambiamento, suv compatto ante-litteram, poi cresciuto fino a un segmento C quasi a cavallo con i suv medi.

Crescita dimensionale avviata a partire dalla seconda generazione, commercializzata tra il 2000 e il 2006, passaggio storico nel quale confrontarsi con una concorrenza via via più presente.

Leggi anche: Nuova RAV4, tutti i vantaggi dell’AWD-i

Una storia di evoluzioni tecniche, raccontate dalla trazione integrale e blocco del differenziale propria della prima e seconda generazione, con duplice offerta di carrozzeria, tre e cinque porte, portata avanti fino al 2013, anno del passaggio di consegne con la quarta generazione.

L’ARRIVO DELL’IBRIDO

Toyota RAV4 ibrido

Evoluzioni che non potevano vedere il full hybrid estraneo a RAV4; così, è con la quarta generazione presentata nel 2013 che Toyota introduce il sistema elettrificato, su motore 2.5 litri a Ciclo Atkinson – da 218 e 222 cv, a seconda della tipologia di trazione, anteriore o 4WD elettrica -.

Capitolo avviato nel 2015 e perfezionato nel tempo, fino ad arrivare, oggi, alle porte della commercializzazione di una versione ibrida plug-in ad affiancare il sistema full hybrid, sempre 4×4 con il motore posteriore elettrico dedicato.

Approfondisci: RAV4 ibrido plug-in, pieno di cavalli e autonomia EV

Ibrido plug-in da 306 cavalli e oltre 50 km di autonomia in modalità elettrica.

SICUREZZA DI SERIE

Al progresso tecnico è seguito uno sviluppo tecnologico in chiave sicurezza, con il Toyota Safety Sense Plus già pacchetto di Adas reso dotazione di serie nel 2017, a sua volta migliorato con la presentazione della quinta generazione nel 2018 ed evolutosi in Toyota Safety Sense 2.0.

La storia tra RAV4 e il mercato italiano poggia su numeri interessanti, sono oltre 225 mila gli esemplari venduti dal lancio a oggi, 26 anni di presenza ininterrotta sulla scena e una progressiva metamorfosi che è stata anche estetica.

LE CORREZIONI DI STILE E DIMENSIONI

Crossover Toyota RAV4

Il retaggio del mondo off-road, la ruota di scorta sul portellone, è progressivamente stato abbandonato con l’affiancamento di RAV4 Crossover nel 2007, terza generazione che vedrà anche un incremento delle dimensioni, posizionamento corretto su un segmento C-D, nei 4.62 metri di lunghezza: ben 40 centimetri in più rispetto al precedente modello.

Dopo un quarto di secolo e oltre sulla scena, il futuro sarà ancora di crescita tecnica e sviluppo dell’elettrificazione, fino a un periodo di medio-termine nel quale Toyota introdurrà i primi modelli elettrici a batteria sulla nuova architettura modulare. Per una storia RAV4 destinata a scrivere altri importanti capitoli.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia