Studenti ricaricano la Nissan Leaf con una camminata

Ricaricare un’auto elettrica camminando: è l’esperimento di Nissan, che ha visto protagonisti gli studenti e i neolaureati dell’Università La Sapienza di Roma. Grazie all’utilizzo di un tappeto cinetico, che crea energia sfruttando i passi percorsi sopra la propria superficie, è stato possibile ricaricare le batterie di una Nissan Leaf per farle percorrere ben 7.250 km.

COME FUNZIONA

La tecnologia 100% elettrica Nissan è stata protagonista al JobStart 2.0 presso la Facoltà di Ingegneria della Sapienza di Roma tramite anche un workshop tematico. Gli studenti hanno potuto sperimentare, toccare con mano e guidare un veicolo 100% elettrico alimentato direttamente dai giovani tramite i loro passi sul tappeto cinetico. I 62.640 passi totali compiuti dai giovani che hanno aderito al progetto sono stati trasformati in energia pulita per autotrazione, pari a 29 ricariche complete delle batterie della Leaf. Gli stessi studenti hanno poi provato la Nissan Leaf in 40 test drive urbani.

NISSAN E UNIVERSITA’

L’occasione è stata fornita da di JobStart 2.0, la fiera con l’obiettivo di creare un punto d’incontro tra studenti e mondo del lavoro. La presenza di Nissan presso l’Università di Roma segue altre occasioni di incontro con studenti e neolaureati di scuole e atenei, con l’obiettivo di diffondere tra i giovani la cultura della mobilità a emissioni zero. Nel corso dell’evento 250 giovani sono entrati in contatto con Nissan e molti di loro si sono candidati per  future esperienze professionali in Nissan Italia.

In linea con la filosofia digitale di JobStart 2.0 Nissan ha comunicato la manifestazione anche tramite i propri canali social su Facebook e Twitter, dalla fase iniziale alla diretta durante la giornata fino al post evento, coinvolgendo i giovani anche sulle nuove piattaforme mediatiche che li vede protagonisti.

 

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia