Usato sempre più on-line, ma il parco circolante è in calo

La vendita dell’usato passa sempre più attraverso internet, ma, in compenso, la crisi ha determinato nel nostro Paese il fenomeno della demotorizzazione: è quanto emerso dal convegno “Auto usate. Il mercato e il marketing”, organizzato venerdì scorso da CarNext, società del Gruppo LeasePlan specializzata proprio nella commercializzazione di veicoli di seconda mano.

IL PARCO DIMINUISCE – Secondo Franco Oltolini, responsabile di CarNext, “stiamo assistendo ad un fenomeno nuovo per l’Italia: la demotorizzazione”. Il 2012, infatti, è stato il primo anno degli ultimi sei in cui le radiazioni sono state superiori rispetto alle immatricolazioni, dato che le auto vendute sono state 1.401.955, mentre quelle eliminate sono state 1.438.884.

USATO&WEB- Sono molto cambiate, inoltre, le abitudini delle italiani nell’acquisto dell’usato. Se in passato, infatti, la scelta della vettura di seconda mano avveniva dopo aver esaminato fisicamente diverse auto, oggi questo processo avviene su internet, piattaforma sulla quale l’utente ha la possibilità di vedere diverse auto, prima di esaminare l’auto prescelta. “Ormai il web- sottolinea Oltolini – è diventato un fondamentale canale di vendita delle auto usate, ma anche una fonte di approvvigionamento”.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia