Viasat Group acquisisce l'azienda francese Locster
 

Telematica: Viasat Group acquisisce Locster


Viasat Group acquisisce Locster. L’azienda italiana nota a livello globale nell’ambito dei sistemi satellitari automotive, delle tecnologie telematiche e dello IoT, ha annunciato l’acquisizione del 51% della società francese, specializzata in soluzioni software dedicate al comparto del Fleet Management.

telematica flotte aziendali Viasat

CHI È LOCSTER

Locster, nel dettaglio, è un Telematics Service Provider con 4.000 clienti e 25mila veicoli gestiti. Lo scopo di Vasat, attraverso questa acquisizione, è quello di aumentare la sua presenza in una delle aree geografiche dove i sistemi telematici finalizzati alla gestione delle flotte aziendali sono maggiormente sviluppati.

I NUMERI DI VIASAT

Come conferma il presidente di Viasat Group, Domenico Petrone, con questa operazione “il Gruppo si conferma come il principale operatore telematico indipendente a livello europeo”.

Approfondisci: il rapporto sempre più stretto tra la società e il mondo del noleggio

Oggi Viasat è presente in Italia, Spagna, Portogallo, Romania, Bulgaria, Polonia, Belgio, Regno Unito e Francia (oltreché in Cile e Argentina), e può contare su “una rete di distributori a copertura dei restanti Paesi in Europa”, oltre che “su numerose altre aree geografiche tra Africa, Medio Oriente e America Latina, ove sono attive circa 700.000 connessioni telematiche dal Gruppo”. Una presenza globale, in definitiva.

OBIETTIVI

L’obiettivo, conferma Marco Petrone, vice presidente e responsabile del Corporate Development del Gruppo, è duplice: offrire “un servizio locale, di prossimità territoriale, nel rispetto delle diverse lingue, culture e specificità geografiche”, ma allo stesso tempo “anche globale, ossia disponibile ovunque”.

Leggi anche: la vision dell’azienda sul presente e sul futuro della telematica

Soddisfazione anche in Locster. Il ceo Stéphane Puis ha sottolineato che, in un mercato della telematica attualmente molto dinamico, “confidiamo che questa collaborazione possa aumentare la competitività e creare numerose opportunità di business e non solo in Francia, ma in tutta Europa”.

Related Posts

Scrivi un commento

La tua casella di posta non verrà pubblicata.

*