8 Giugno 2018

Volkswagen blocca la produzione per l’adeguamento al ciclo WLTP

Volkswagen blocca la produzione in vista del WLTP. In realtà manca una lettera per sviluppare appieno l’acronimo WLTP, nuovo ciclo di omologazione prossimo alla completa entrata in vigore. Test al banco più rigorosi e, soprattutto, realistici se paragonati a un vetusto NEDC finalmente prossimo a finire nel dimenticatoio. Ciclo WLTP che sta per Worldwide Harmonized Light Vehicle Test Procedure. Quella H di armonizzato va oltre l’idea di uno standard globale alla base del WLTP.

Volkswagen interrompe la produzione a Wolfsburg

L’armonizzazione che investe direttamente i costruttori d’auto, impegnati nell’adeguamento delle linee di produzione e delle motorizzazioni che compongono la gamma di ciascun modello. Non solo auto, ma anche veicoli commerciali leggeri, tra i prodotti interessati dal ciclo WLTP.

E in Volkswagen, l’a.d. del gruppo Herbert Diess ha prospettato una fase di interruzione programmata della produzione perché, al rientro dalle ferie estive, l’impianto di Wolfsburg vada a regime con veicoli rispondenti al ciclo WLTP:

«All’interno del solo marchio Volkswagen dobbiamo testare più di 200 varianti di modello e averli omologati entro un ridottissimo lasso di tempo. Per gestire questa sfida, i nostri banchi prova sono stati e saranno in funzione senza sosta».
Herbert Diess, A.D. del Gruppo Volkswagen

Una procedura di omologazione molto più complessa rispetto al passato, con una conseguente mole di lavoro quantificata fino a quattro volte superiore nel confronto con il NEDC. E tanto più ampia è la composizione dell’offerta – l’incrocio tra allestimenti, motori, cambi – tanto maggiore risulterà il lavoro di omologazione.

Approfondisci: Come funziona il ciclo WLTP

Da settembre produzione Volkswagen tutta WLTP

La fase di transizione verso una produzione “nativa WLTP” – ciclo che, ricordiamo, verrà affiancato dal test dei consumi ed emissioni direttamente su strada (RDE, Real Driving Emission), nell’impiego reale – genera uno stock di auto che, sebbene possa essere commercializzato fino al settembre del prossimo anno, va contenuto nei volumi. «Dobbiamo attenderci delle interruzioni alla produzione nel corso del terzo trimestre dell’anno (luglio-settembre; ndr). Al rientro dal periodo di ferie produrremo esclusivamente veicoli in linea con i nuovi standard, saranno consegnati progressivamente non appena l’omologazione richiesta sarà disponibile.

Test omologazione WLTP Volkswagen

Leggi anche: Porsche blocca le vendite aspettando il WLTP

Tuttavia, dovremo stoccare un elevato numero di veicoli ad interim e per assicurarci che questo numero non diventi eccessivo, dovremo programmare giorni di interruzione della produzione a Wolfsburg nel periodo tra la pausa per le ferie e fine settembre», ha aggiunto Diess. L’impianto di Wolfsburg produce Golf, Tiguan e Touaran.

Sindacati polemici, pochi banchi di test

Stop alla produzione da concordare nelle date con il sindacato che, in merito ai rallentamenti dettati dall’enorme mole di lavoro per effettuare i test di omologazione dei modelli in gamma, punta il dito contro l’insufficiente dotazione di banchi prova: «Non è un errore dei nostri colleghi se l’azienda ha realizzato pochi banchi prova nel corso degli anni e improvvisamente non riesce a gestire il volume di test richiesto. Non consentiremo che questo fardello gravi solo sui lavoratori. I nostri colleghi del reparto produzione non sono responsabili di questa situazione», ha commentato il presidente del Consiglio dei lavoratori del gruppo VW, Bernd Osterloh.

Approfondisci: 5 cose da sapere sul ciclo WLTP

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia