Volkswagen Passat al Salone di Ginevra 2019 [LIVE]

La famiglia Passat compie un sensibile passo in avanti su tecnologia e automazione, ora di Livello 2 con il Travel Assist. L'infotainment offre i servizi Volkswagen We e il riconoscimento vocale naturale

Si scrive restyling, si legge pieno di novità. Volkswagen Passat 2019 annuncia il carico di innovazioni che salgono a bordo della berlina, station wagon e della All-Track integrale, soluzioni buone a traghettare verso i 30 milioni di esemplari venduti dall’inizio della storia Passat, 8 generazioni fa, traguardo destinato a essere tagliato la prossima primavera.

volkswagen-passat-salone-ginevra-2019

È modello centrale, nonché riferimento, nel segmento delle medie, infaticabili macinatrici di chilometri.

Il restyling 2019 di Passat traghetta la gamma verso l’automazione di Livello 2, sviluppa sistemi connessi avanzati, incrementa l’efficienza dell’ibrida plug-in GTE e introduce un nuovo motore turbodiesel 2.0 TDI Evo, in grado di abbattere di 10 g/km i valori di Co2 emessa rispetto alla precedente unità.

IQ.DRIVE, IL TRAVEL ASSIST È AUTOMAZIONE IN AUTOSTRADA

L’accento, nel racconto di quella che, a tutti gli effetti, può ritenersi una “nuova” Passat pur essendo aggiornamento di metà carriera, deve iniziare necessariamente dal “quoziente intellettivo superiore”, dal pacchetto di sistemi di assistenza alla guida e soluzioni mirate ad aumentare la sicurezza di marcia. Il Volkswagen IQ.Drive lancia, in prima mondiale, il volante tattile. Ovvero, la presenza sulla corona di sensori di tipo capacitivo, in grado di rilevare il contatto con le mani del guidatore, passaggio essenziale per il funzionamento del Travel Assist.

Leggi anche: Quanto costa noleggiare Passat Variant?

design-volkswagen-passat-2019

Nel range di velocità compreso tra 0 e 210 km/h, la gamma Passat 2019 è in grado di gestire autonomamente la velocità e il volante, di fatto attuando un’automazione alla guida di Livello 2. Il dispositivo ricorre all’utilizzo del cruise control predittivo (altra novità del restyling) e al controllo del volante per il mantenimento della corsia, al fine di rendere semi-autonoma la marcia.

ADAS, IL CRUISE PREVEDE GLI SCENARI DI GUIDA

Adaptive Cruise Control predittivo, in grado non solo di rilevare i limiti di velocità e adeguare quella del veicolo di conseguenza, ma di utilizzare i dati della navigazione per regolare l’andatura in anticipo, in presenza di incroci, rotatorie o guida in ambito urbano. Insieme alle informazioni ottenute dalla telecamera anteriore, è un assistente fondamentale al funzionamento del Travel Assist. Tutti i precedenti sistemi di assistenza alla guida finora presenti su Passat – controllo della corsia, assistente al mantenimento attivo, traffic jam, sono confermati –.

Altra importante innovazione, l’Emergency Steering Assist, in grado, grazie all’intervento selettivo dell’elettronica sui freni dell’auto, di stabilizzare il veicolo e assistere il guidatore nelle manovre di scarto di un ostacolo e rientro nella corsia di marcia.

Leggi anche: La prova su strada di Volkswagen Passat

Ancora soluzioni mirate all’incremento della sicurezza, per dire della presenza dell’Emergency Assist, sistema che porta allo stop autonomo dell’auto in caso di problemi fisici del guidatore.

FARI MATRIX LED INTELLIGENTI

Lo sviluppo delle funzioni hi-tech mirate all’assistenza alla guida è senza dubbio la cifra delle innovazioni apportate su Volkswagen Passat. Funzioni che passano anche dai fari IQ.Light, tecnologia Matrix led offerta a richiesta e in alternativa ai fari led, di serie. L’elettronica è in grado di rilevare lo scenario di guida (urbano, autostradale), la velocità, l’angolo volante, utilizzare i dati del GPS e del navigatore, per offrire la migliore illuminazione possibile in qualsiasi condizione.

bagagliaio-volkswagen-passat-2019

 

INFOTAINMENT DI PASSAT 2019, ARRIVA IL MIB3

Non si ferma ai dispositivi di assistenza alla guida o automazione, lo sviluppo tecnologico della berlina e wagon Volkswagen. A bordo sale l’architettura di infotainment MIB3, terza generazione che vale l’introduzione dei comandi vocali naturali, un “Ciao Volkswagen” che è assistente personale e in grado di agire su navigatore, telefono e radio, secondo le istruzioni vocali del guidatore.

Leggi anche: VW e Ford, siglata l’alleanza su pick-up e van

Tre diverse varianti di multimedialità nella proposta Passat 2019: schermo da 6,5 pollici per la configurazione base, schermo da 8 pollici e navigazione basilare, schermo da 9,2 pollici e navigazione connessa. Display attraverso cui si potrà utilizzare il protocollo Apple CarPlay o Android Auto, aggiornati con il collegamento wireless dello smartphone all’infotainment.

SERVIZI CONNESSI, OCCHIO AL WE CONNECT FLEET

L’architettura MIB3 garantisce anche la presenza di una sim per la connessione continua dell’auto ai servizi basati sul cloud, necessari per l’utilizzo della miriade di soluzioni offerte da Volkswagen We.

interni-volkswagen-passat-2019

Oltre al controllo remoto del veicolo e la consultazione delle info utili, diventa centrale per i gestori di flotte la funzione We Connect Fleet, ovvero, la presenza di un registro digitale di bordo, il monitoraggio dei consumi e la gestione della manutenzione dell’auto, che vanno incontro all’esigenza di ottimizzare la gestione del parco veicoli all’insegna di un’efficienza superiore per tempi e costi di gestione richiesti.

Leggi anche: VW Financial Service, gli obiettivi e strategie 2019

Altre funzioni, al momento offerte sul mercato tedesco, vedono il We Park assicurare il parcheggio senza contanti, il We Deliver a trasformare l’auto in “punto di consegna” con l’accesso autorizzato al bagagliaio, oppure, utilizzare servizi di prelievo, lavaggio e riconsegna del veicolo. Possibilità offerte dall’utilizzo dello smartphone quale chiave dell’auto.

MOTORI DI PASSAT 2019, IL DIESEL È EVO

In Italia, la gamma Volkswagen Passat 2019 sarà in prevendita dal mese di maggio, il lancio sul mercato avverrà a partire da settembre. Tre allestimenti tra i quali scegliere più il pacchetto R-Line; esclusivamente al lancio, la proposta R-Line Edition sarà un top di gamma motorizzato dal BiTDI, biturbo diesel 2 litri da 240 cavalli. Offerta di propulsori che conterà anche i 2 litri TDI 150 Evo – già in linea con gli standard Euro 6d in vigore dal 2021 – e 190 cavalli, oltre all’1.6 TDI 120 cavalli. Tutti i propulsori sono dotati di filtro antiparticolato, diesel come benzina, in una gamma di unità TSI composta dall’1.5 Evo da 150 cavalli e i 2.0 TSI da 190 e 272 cavalli.

Batteria Volkswagen Passat GTE 2019

IBRIDA, PIÙ ENERGIA E AUTONOMIA ELETTRICA

L’ibrida plug-in Volkswagen Passat GTE riceve una semplificazione delle modalità di guida e un incremento dell’autonomia di marcia in elettrico, ora di 55 km nel ciclo WLTP, possibile grazie al pacco batterie da 13 kWh, in sostituzione del precedente 9,9 kWh.

Approfondisci: Il vademecum VW su come ricaricare l’elettrica in azienda

Potenza del sistema ibrido che si attesta sui 210 cavalli (156 cv dal termico 1.4 TSI e 115 cv dall’unità elettrica).

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia