25 Novembre 2013

Volkswagen, primo al mondo per ricerca e sviluppo

Ha un team interno di oltre 40mila specialisti, costantemente impegnati nel perfezionare l’efficienza delle vetture, delle tecnologie e dei sistemi di trazione, e lo scorso anno ha investito 9,5 miliardi di euro (7,2 miliardi nel 2011) in ricerca e sviluppo diventando così il numero uno al mondo in questo settore secondo la Commissione Europea. Si tratta del Gruppo Volkswagen che, per la prima volta, si è piazzato al primo posto dell’annuale “Quadro di valutazione sugli investimenti industriali in R&D”, elaborato dalla Commissione Europea e basato su un campione di 2.000 aziende internazionali, selezionate nel 2012 e appartenenti a diversi settori industriali.

  “Per noi, i recentissimi risultati derivanti dallo studio della Commissione Europea sono ulteriori conferme della nostra strategia – ha dichiarato Martin Winterkorn, Presidente del Gruppo Volkswagen -. Di fronte alla forte concorrenza globale, l’Europa deve concentrarsi con maggiore sistematicità su tecnologie rispettose dell’ambiente e prodotti competitivi. L’investimento in ricerca e sviluppo è imprescindibile e il Gruppo Volkswagen proseguirà con investimenti mirati ad arricchire la propria capacità innovativa. Resteremo una fucina di idee per l’industria automobilistica europea”.

Il Gruppo Volkswagen non solo guida per la prima volta la classifica dello studio europeo, ma è anche l’unica azienda tedesca che figura tra le prime dieci. Oltre che nello sviluppo di nuove tecnologie, gran parte degli investimenti del Gruppo è dedicata alla realizzazione di una gamma di vetture più rispettose dell’ambiente, con una ridotto livello di emissioni di CO2, e con maggiori alternative di propulsione.

 

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia