Volkswagen Touareg R, la via dell’ibrido plug-in per alte prestazioni

Al Salone di Ginevra 2020, Volkswagen Touareg amplia l'offerta con la versione R. Al top per potenza, promette l'efficienza dell'autonomia in elettrico a zero emissioni

Prestazioni elevatissime ed emissioni di Co2 basse basse. Impossibile? Non necessariamente. Volkswagen Touareg R percorre la via dell’ibrido plug-in, guadagna percorrenze in elettrico a zero emissioni grazie all’installazione della batteria da 14,1 kWh sotto il bagagliaio, energia che alimenta il motore elettrico da 136 cavalli.

Volkswagen Touareg R ibrida

VOLKSWAGEN TOUAREG R

In condizioni ideali (legati al livello di carica della batteria), la più sportiva e prestazionale tra le Touareg – oggetto del trattamento della divisione Volkswagen R – sa abbinare le performance assolute di un sistema da 462 cavalli con l’efficienza di una mobilità pulita per frangenti che possono arrivare a coprire un’ampissima fetta dell’impiego tipico quotidiano.

Approfondisci: Tutte le novità Volkswagen a Ginevra

Al Salone di Ginevra 2020 scopriremo tutte le specifiche del maxi-suv, quanto incide il posizionamento del pacco batterie sul volume di carico, quali performance in accelerazione è in grado di realizzare, quale autonomia in elettrico (si attendono circa 50 km) a velocità massima limitata 140 km/h.

E’ un modello simbolico perché proietta le Volkswagen ad alte prestazioni nel mondo dell’elettrificazione, inserita in uno schema collaudato, composto dalla trazione integrale 4Motion, il cambio Tiptronic 8 marce, il motore termico V6 3 litri TSI.

MOTORE DI TOUAREG R, V6 PIÙ ELETTRICO

Il contributo del turbo benzina vale 340 cavalli e 450 Nm di coppia, ai quali sommare i 136 cavalli dell’elettrico, per un risultato di sistema pari a 462 cavalli e 700 Nm in boost, massima spinta. Una coppia più vigorosa la esprime solo il Touareg V8 diesel 4 litri, 900 Nm, tuttavia, il dato di Touareg R (scopri il suv in 10 punti chiave) assicura una capacità di rimorchio fino a 3,5 tonnellate, assistita dall’hi-tech dell’Adas Trailer Assist.

ADAS DI VW TOUAREG, TRAILER E TRAVEL ASSIST

Infotainment di Volkswagen Touareg R ibrida

I sensori e l’elettronica rilevano e supportano il guidatore nell’automazione delle manovre di parcheggio e nei passaggi più insidiosi, il tutto avviene seguendo le indicazioni sul display dell’infotainment – di serie nella specifica da 15 pollici – e operando nell’impostazione dell’angolo delle ruote mediante il joystick di regolazione degli specchietti. Un comando ad alta precisione, dal quale dare anche l’ok al sistema perché compia le manovre.

Leggi anche: Elettriche e ibride, gli incentivi previsti dalle case

Un Adas al quale si affianca, novità perché evoluto, il Travel Assist. Fa parte della dotazione a richiesta di Touareg R e, diversamente dalla specifica proposta finora, è in grado di gestire traiettoria e velocità fino a 250 km/h anziché i 210 orari. La camera frontale e i sensori radar leggono la presenza di altri veicoli su strada e la conformazione della carreggiata per garantire una guida più comfortevole, assistita, sempre con l’obbligo del guidatore di tenere almeno una mano sul volante (dotato di sensori di rilevamento).

TOUAREG R, FULL OPTIONAL O QUASI

Prestazioni di Volkswagen Touareg R ibrida

L’arrivo sul mercato della versione R è previsto nella seconda metà del 2020, con una dotazione di serie ovviamente di altissimo profilo, tra sedili sportivi e rivestimenti in pelle dedicati, cerchi da 20” (fino a 22 pollici optional), climatizzatore quadri-zona, Digital Cockpit da 12 pollici, fari Matrix led di tipo intelligente, IQ.Light, tetto panoramico apribile e scorrevole.

IBRIDO PLUG-IN, LA GESTIONE DELLA BATTERIA

Nel funzionamento in modalità Hybrid, Touareg R consente la personalizzazione del livello di utilizzo dell’energia del pacco batterie. È possibile, infatti, decidere il mantenimento della carica della batteria oppure intervenire per incrementare la stessa o consentire un ricorso superiore alla componente elettrica. Il tutto attraverso una rappresentazione grafica, dal display dell’infotainment, con step del 20%.

Interni di Volkswagen Touareg R ibrida

Decidere un incremento dell’energia disponibile porta a un maggiore effetto frenante, legato alla frenata rigenerativa, e l’utilizzo in parte del motore termico nelle vesti di un caricatore indiretto.

Leggi anche: Volkswagen e il caricatore mobile

La gestione dell’ibrido beneficia dei dati del navigatore satellitare per ottimizzare l’impiego del motore benzina V6 e dell’elettrico, negli scenari ideali di utilizzo (ad esempio, in autostrada o in città, con un recupero energetico programmato in presenza di percorsi in discesa).

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia