9 Giugno 2017

Volvo celebra i suoi 90 anni al Salone dell’Auto di Torino

Volvo celebra i suoi primi 90 anni al Salone dell’Auto di Torino, “La città dell’auto italiana”, come la definisce Michele Crisci, presidente di Volvo Car Italia. Al Parco Valentino la Casa svedese espone in anteprima nazionale la nuova XC60, mentre 36 auto d’epoca e moderne faranno bella mostra al Castello del Valentino sabato 10 giugno nella Corte d’Onore. Nella giornata inaugurale del Salone Volvo ha tenuto una conferenza dedicata ai 90 anni di vita della Casa. Ne abbiamo parlato col presidente Crisci.

VIDEO INTERVISTA: MICHELE CRISCI, VOLVO CAR ITALIA

La prima automobile Volvo uscì dalla linea di produzione dello stabilimento di Goteborg, in Svezia, il 14 aprile 1927. E proprio il 14 aprile scorso è stato prodotto il primo esemplare della nuovissima Volvo XC60, che abbiamo visto in anteprima al Salone di Ginevra.

La coerenza con i valori del brand è il punto di forza che ha permesso a Volvo di arrivare a 90 anni in piena salute. Dal 2010, Volvo Cars è di proprietà della cinese Zhejiang Geely Holding (Geely Holding), un’acquisizione che aveva sollevato qualche perplessità all’epoca, come ricorda anche Crisci, ora dissipata. “Questo Gruppo cinese ci ha garantito grandi investimenti e libertà tecnolgica”, afferma il presidente, che ha ricordato quanto il ponte tra autenticità e modernità sia importante per Volvo.

Nello stand della Casa al Salone dell’Auto di Torino è esposta la seconda generazione della XC60, SUV dallo straordinario successo commerciale: “Siamo convinti che la nuova XC60 sia in grado di ripetere il successo della precedente generazione e di continuare il percorso virtuoso iniziato da Volvo quasi un secolo fa”, dichiara Crisci.

PAROLA CHIAVE: SICUREZZA

Come afferma Michele Crisci, ora il futuro è la guida autonoma: “Non è una gara a chi corre più veloce a occhi bendati – sottolinea il presidente di Volvo Car Italia – il nostro obiettivo è usare queste nuove tecnologie per azzerare le vittime di incidenti stradali”, come ben rappresentato dal progetto 2020 di Volvo.

La prospettiva storica di questi primi 90 anni permette di sottolineare la fedeltà di Volvo ai suoi valori di marca: sicurezza, design funzionale, praticità, comfort e innovazione tecnologica si trovano declinate negli stili e nelle soluzioni che le diverse epoche hanno reso possibili e suggerito.

Dalla prima auto che ha montato la cintura di sicurezza a tre punti di ancoraggio alla prima dotata di convertitore catalitico, fino ad arrivare a moderni sistemi come il City Safety o il Pilot Assist, tutte le vetture della rassegna del Castello del Valentino testimoniano l’impegno di Volvo nella ricerca di soluzioni innovative e d’avanguardia.Volvo Parco del Valentino

AUTO STORICHE AL CASTELLO

Le vetture esposte al Castello del Valentino appartengono alla Scuderia Volvo e a soci del Registro Italiano Volvo d’Epoca. Una carrellata che inizia con alcuni modelli iconici degli anni ‘50 e che arriva fino ai giorni nostri nei quali sono protagoniste le nuove auto della Serie ’90, che hanno di fatto iniziato una nuova era nel percorso di Volvo.

Presenti modelli rappresentativi di diverse epoche come la Duett, la P1800 Coupè, la 1800 ES, la Amazon, la 240 Polar, la 480 Turbo, la prima generazione di XC90 e XC60 fino ad arrivare alle attuali XC90, V90 Cross Country e la nuovissima XC60. Ci sarà anche una S60 in speciale versione Polestar.

La partecipazione al Salone dell’Auto di Torino Parco Valentino sottolinea il significato che Volvo attribuisce all’eredità del marchio, come ponte con il passato in grado di dare autenticità al presente. Parteciperanno all’evento anche i piloti della Scuderia Volvo protagonista delle gare di Regolarità per auto storiche.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia