5 Marzo 2018

Ginevra incorona Volvo XC40 “Car of the Year 2018”

Come da tradizione, il nome della vincitrice del premio “Car of the Year 2018″ è stato diffuso alla vigilia dell’apertura, per il momento limitata ai soli addetti ai lavori, del Salone di Ginevra.

La più votata dalla giuria, con 325 punti, è risultata Volvo XC40, che ha avuto ragione di concorrenti agguerrite, riuscendo a segnare al contempo un risultato mai raggiunto dalla Casa di Göteborg, insignita del riconoscimento per la prima volta nella sua lunga storia.

Approfondisci: Scopri di più sulle caratteristiche di Volvo XC40

Piazza d’onore per Seat Ibiza con 242 punti, mentre BMW e la sua Serie 5 si sono dovuti accontentare del gradino più basso del podio con 226 punti.  Il Suv svedese è risultato il più apprezzato dai 60 giornalisti chiamati ad esprimersi.

Volvo XC40 ordini gamma

L’OTTIMO QUARTO POSTO DI KIA STINGER

Ai sorrisi in casa Volvo si contrappone il disappunto di chi contava in un miglior piazzamento. A partire da Alfa Romeo, che puntava sul successo sin qui riscontrato dalla Stelvio, relegata in coda al gruppo delle sette finaliste con 163 voti.

Sei in più, corrispondenti alla penultima piazza, sono quelli conquistati da Audi A8, a sua volta staccata di sole due lunghezze rispetto alla Citroën C3 Aircross. L’unica a superare quota 200 tra le escluse dalle prime tre posizioni è risultata Kia Stinger (204 punti).

QUEL TRAGUARDO GIÀ SFIORATO NEL 2016

A doversi arrendere prima del rush finale erano state anche alcune novità dell’ultimo periodo, come Volkswagen T-Roc e Arteon. A livello di gruppo, non ce l’avevano fatta Skoda Karoq, Seat Arona e Audi Q5.

L’appartenenza al segmento più vitale del mercato automotive – Suv/crossover (ricordiamo che nel 2018 ha vinto Peugeot 3008) – non ha portato bene neppure ad altre competitor quali Jeep Compass, Hyundai Kona e Kia Stonic.

Leggi anche: Ecco chi aveva vinto il premio l’anno precedente

Opel, ormai parte del Gruppo PSA, ha visto bruciate due “carte” importanti: Crossland X e Grandland X. Renault non ha potuto “tenere le dita incrociate” per la sua Koleos, così come Range Rover con la Velar, Porsche per la Cayenne e Volvo con la XC60.

Ora però da una vettura del Marchio di proprietà dei cinesi di Geely ha centrato quell’obiettivo mancato nel 2016 con la Volvo XC90, piegata in ultimo solo da Opel Astra.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia