19 Settembre 2018

Waze: più sicurezza per gli automobilisti e le flotte aziendali

Non c’è dubbio: l’idea che ha portato alla nascita di Waze è stata davvero vincente. Creare una app gratuita di navigazione, in grado di mettere in comunicazione tra loro i driver e, quindi, di dar vita alla più grande community di automobilisti al mondo.

Waze flotte aziendali

Oggi i numeri  sono notevoli: oltre 100 milioni di utilizzatori in tutto il pianeta e una popolarità crescente anche in Italia, come testimonia Dario Mancini, Country Manager di Waze per l’Italia. Lo abbiamo incontrato a Citytech 2018, evento che ha visto l’azienda protagonista come sponsor tecnico. E durante il quale è emerso un dato di fatto: da una semplice app, Waze si sta trasformando in una vera e propria “Transportation Company”.

A livello globale, infatti, ha creato il Connected Citizen Program, un’iniziativa internazionale che consente ai partner dell’azienda (Comuni, enti, istituzioni) di utilizzare le informazioni condivise in tempo reale dagli automobilisti per migliorare la viabilità.

VIDEO

I NUMERI DI WAZE 

“Abbiamo superato da poco il traguardo dei 100 milioni di utenti unici a livello mondiale e in Italia nell’ultimo anno il numero degli utenti è raddoppiato: si tratta di automobilisti che percorrono miliardi di chilometri all’anno” sottolinea Mancini.

Il vero valore aggiunto è “la possibilità di avere aggiornamenti ‘real time’, con gli utenti che possono contribuire attivamente agli aggiornamenti della mappa”. Le strade, infatti, sono in continua evoluzione, così come, di volta in volta, cambiano le condizioni del traffico.

Leggi anche: scopri perchè i navigatori non riconoscono alcune strade italiane

WAZE E LE FLOTTE AZIENDALI

Anche il settore delle flotte aziendali è molto importante per Waze, considerando che i driver che utilizzano l’auto per lavoro percorrono, in media, più chilometri rispetto agli altri. “Il nostro obiettivo è l’innovazione tecnologica: negli ultimi anni abbiamo reso disponibile la fruizione di Waze all’interno di Android Auto e, novità della scorsa settimana, anche all’interno di Apple CarPlay spiega Mancini.

“Per noi il comparto delle flotte aziendali è strategico, tenendo ben presente che il nostro obiettivo principale è quello di rendere felice l’utente finale” aggiunge il Country Manager.

WAZE E LA SICUREZZA

Waze vuole essere in prima linea in un ambito delicato e fondamentale come quello della sicurezza stradale. “Abbiamo mappato tutti i limiti di velocità e inserito degli alert quanto l’utente supera questi limiti” sottolinea Mancini.

Per evitare, poi, le tragedie determinate dalla dimenticanza dei bambini a bordo, l’azienda ha introdotto la funzione Child Reminder, un alert pensato per le mamme e i papà che viaggiano. Due esempi di una filosofia, quella di Waze, che punta a supportare gli automobilisti a 360 gradi. Non solo nella guida.

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia