14 Maggio 2020

Fleet&Charity | The New Normal – Flessibilità e nuovi servizi: la ripartenza vista dai noleggiatori [WEBINAR]

Dopo lo tsunami Covid-19, le aziende e le società di noleggio sono pronte a ripartire: ne abbiamo parlato con alcuni importanti player del Nlt nel corso del terzo webinar organizzato all’interno del progetto Fleet&Charity.

Come sarà la nuova normalità per la mobilità di aziendesocietà di noleggio? Questa domanda, di stretta attualità, è stata al centro del terzo webinar che abbiamo organizzato nell’ambito del progetto Fleet&Charity.

L’evento on-line, intitolato “The New Normal” e andato in scena ieri pomeriggio, ha visto la partecipazione di tre società di noleggio: davanti a una platea “virtuale” di 60 aziende  – con i Fleet Manager che hanno animato l’evento rivolgendo diverse domande agli ospiti sui vari temi – sono intervenuti Tomaso Aguzzi, direttore commerciale di Arval Italia, Dario Cerruti, direttore commerciale di LeasePlan Italia e Andrea Bardini, direttore operations di Program.

Leggi anche: come il mondo del noleggio ha fronteggiato l’emergenza Covid

NOLEGGIATORI E AZIENDE A CONFRONTO SULLA RIPARTENZA

Il webinar ha ospitato tre talk show, che hanno ripreso gli spunti emersi dalla nostra survey “Le Flotte non si fermano?”, condotta il mese scorso su un campione variegato di aziende, con un parco rappresentato di circa 60mila veicoli. I temi principali sono stati il supporto alle flotte, i nuovi servizi della Fase 2 e l’elettrificazione.

Continuità del servizio a beneficio delle aziende clienti che hanno svolto un ruolo in prima linea nell’emergenza, nuove modalità di lavoro che potranno servire anche in futuro (le grandi realtà hanno promosso fin dall’inizio lo smart working), puntualità ed efficienza nei servizi essenziali del post-vendita: così il mondo del noleggio è stato al fianco della clientela durante i mesi del lockdown.

SUPPORTO ALLE FLOTTE: PROROGHE DEI CONTRATTI E FLESSIBILITÁ

In termini di supporto alle flotte, le parole d’ordine principali nella fase di ripartenza sono e saranno senza dubbio proroghe dei contratti e flessibilità, due priorità indicate dai Fleet Manager intervistati per la nostra survey.

Coronavirus conseguenze car list

“Una delle armi principali che abbiamo è l’estensione dei contratti, soprattutto per i settori che in questo momento hanno necessità di un po’ di ‘ossigeno’. Per quanto riguarda invece la parte di clientela che non ha mai smesso di lavorare, dobbiamo continuare ad essere presenti, lavorare sulle car list per essere più veloci delle consegne, ed elaborare prodotti con maggiore flessibilità, come il noleggio a medio termine” ha dichiarato Aguzzi.

“In questa fase, il valore più grande è l’ascolto attivo: ci siamo dedicati ad ‘ascoltare’ le esigenze dei clienti, in alcune circostanze, nella fase più acuta del lockdown, abbiamo dovuto agire sulla singola vettura, per garantirne la puntuale manutenzione. Ora stiamo promuovendo l’estensione dei noleggi, massima flessibilità, grazie alla nostra flotta di proprietà, con la quale eroghiamo un servizio di medio termine, e la possibilità di acquistare le vetture usate tramite il nostro brand CarNext” ha aggiunto Cerruti.

“Nei mesi scorsi, abbiamo aiutato i clienti in difficoltà sospendendo i canoni; contemporaneamente nelle grandi città abbiamo cercato di assicurare la continuità degli interventi di manutenzione, laddove necessario. Adesso anche noi stiamo lavorando sul medio termine, mentre per quanto riguarda le proroghe contrattuali lasciamo la scelta al cliente” ha spiegato Bardini.

NUOVI SERVIZI

Il secondo talk show del webinar è stato invece dedicato ai nuovi servizi determinati dall’avvento del Covid-19. In primis, la sanificazione, che diventa una priorità per i Fleet Manager.

Sanificazione

La sanificazione dei veicoli è un’esigenza nuova sulla quale c’è ancora parecchia confusione (per fare chiarezza leggi il nostro approfondimento), ma per la quale le società di noleggio si sono già organizzate: per tutti i player, in questo momento, fornire questo servizio per la sicurezza del driver in fase di consegna e manutenzione delle vetture, è indispensabile, anche e soprattutto a livello psicologico.

Come verrà inserita, invece, la sanificazione delle auto all’interno dell’offerta di noleggio? Si potrà certamente prevedere nel canone (qualche caso è già stato fatto), con un numero definito di sanificazioni incluse, mentre per il cliente che desidererà ottenere il servizio a cadenza più frequente, la soluzione indicata è quella di dar vita a soluzioni “pay per use” ad hoc e, comunque, sempre certificate.

Strategie di marketing

Le strategie di marketing, in secondo luogo, si sposteranno sempre più sul digital, considerando che gli incontri fisici saranno limitati per un bel po’ di tempo, a causa dell’emergenza Covid-19: tutto ciò si traduce nell’organizzazione di webinar per mantenere le relazioni e presentare i nuovi prodotti ai clienti e al lancio di applicazioni mobile per fornire un servizio sempre più easy.

Noleggio dell’usato: una risorsa?

Per quanto riguarda il noleggio dell’usato, altro nuovo servizio di cui si sta parlando molto, invece, i player presenti hanno assunto una posizione prudente e sono stati concordi nel definire come la variabile principale in gioco sia il costo: potenzialmente può essere una risorsa per i clienti, ma occorre verificare che convenga davvero, rapportando le offerte sull’usato con quelle sul nuovo, che oggi sono molto competitive.

ELETTRIFICAZIONE

Infine, nell’ultima parte del webinar abbiamo parlato di green ed elettrificazione: un percorso che, secondo i Fleet Manager interpellati per il nostro studio, non si interromperà, ma che potrebbe subire importanti cambiamenti determinati dall’avvento del Covid. Un aspetto sul quale i noleggiatori concordano.

Coronavirus futuro elettrificazione

“Non ci sarà un rallentamento del processo di elettrificazione delle flotte: le infrastrutture cresceranno e la mobilità elettrica nelle grandi città prenderà sempre più piede. A nostro avviso, però, la green mobility non sarà caratterizzata solo dall’elettrico, ma anche dall’ ibrido plug-in e dagli Euro 6 di nuova generazione” ha puntualizzato Aguzzi.

Dunque, elettrificazione non significa solo elettrico puro. “Siamo in un momento di passaggio, che durerà alcuni anni. Noi, nella nostra realtà, stiamo riscontrando una grande crescita di veicoli ibridi. Nel futuro, con ogni probabilità, si affermeranno nuove tecnologie, come l’idrogeno, che utilizzano la propulsione elettrica, ma in maniera diversa rispetto a quella attuale” ha affermato Bardini.

Secondo Cerruti, “LeasePlan, a livello nazionale e internazionale, sostiene l’importanza del passaggio alla mobilità sostenibile. Il nostro auspicio è che la transizione vada avanti: negli ultimi anni c’è stata un’accelerazione molto forte, il prodotto c’è, occorre capire quanto le amministrazioni nazionali, regionali e locali riusciranno a sostenere la crescita dell’infrastruttura”.

IL PROGETTO FLEET&CHARITY

Fleet&Charity è un progetto che abbiamo pensato per rispondere alle esigenze dei Fleet Manager in questa fase di ripartenza e, allo stesso tempo, per sostenere – con l’aiuto delle aziende nostre partner in questa iniziativa – la Croce Rossa Italiana

Per ogni Fleet Manager iscritto ai nostri eventi on-line, ci impegniamo a destinare una somma a favore della CRI (la raccolta fondi e i contenuti dei webinar possono essere consultati sulla landing page del nostro sito). Attraverso i webinar, invece, vogliamo fornire alle aziende risposte ben precise su tutti i servizi che vengono erogati: nel corso del primo appuntamento del 22 aprile, infatti, abbiamo parlato di come superare le criticità nella riparazione dei veicoli, mentre nel corso del secondo evento del 29 aprile dell’ottimizzazione della gestione della flotta. Ora, con “The New Normal”, ci siamo concentrati sulle strategie dei noleggiatori e sulla relazione sempre strategica tra questi ultimi e le aziende clienti.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia