8 Dicembre 2016

Weekend on the Road: i suggestivi “Christkindlmärkte”

L’etichetta che le accomuna potrebbe suonare fuorviante (“Percorso Cinque Stelle”). L’indicazione allude in realtà alle città dell’Alto Adige che ospitano i più rinomati Mercatini di Natale (in tedesco “Christkindlmärkte“, cioè “Mercatini del Bambino Gesù“), mete del nostro Weekend on the Road.

Una tradizione trasfusa dalla vicina Germania, dove si ha evidenza storica, in un documento, di un evento organizzato a Dresda nel 1434 e battezzato Striezelmarkt (dal nome di un dolce di quella terra). Da oltre venticinque anni, dalla decisione di istituire la manifestazione a Bolzano nel 1990, rappresenta un elemento di attrazione unico nel panorama del nostro Paese.

PER SAPERNE DI PIÙ

 

I MERCATINI DI NATALE

Le prime esposizioni commerciali di prodotti artigianali affondano le radici nella dura vita dei contadini che popolavano l’intero arco alpino (ancora oggi area di riferimento dei Mercatini di Natale storici), costretti dalle nevicate che flagellavano la zona, già dal mese di ottobre, a trascorrere gran parte della giornata in casa, salvo poi scendere a valle per i traffici indispensabili alla sopravvivenza della propria famiglia.

Iniziarono così a essere venduti non solo prodotti della terra, ma anche maglie, tessuti ricamati, statuine e altri oggetti in legno intagliato, serviti a rendere più sopportabile il tempo passato entro le mura domestiche.

BOLZANO (BOZEN)

Per raggiungere la prima meta del tour basta imboccare l’Autostrada del Brennero (A22). Si può uscire, a scelta, sia a “Bolzano Sud” sia a “Bolzano Nord”. Per quanti si muoveranno da Milano, l’intersezione con la A4 è all’altezza di Verona.

piazza-walther-bolzano
Piazza Walther: sullo sfondo, il campanile del Duomo (foto dal sito www.christkindlmarkt.it)

Un riferimento imprescindibile è Piazza Walther (del più celebre poeta medievale tedesco si tende a non citare il cognome, von der Vogelweide), il “salotto” cittadino, che deve la sua realizzazione, nel primo Ottocento, a re Massimiliano di Baviera.

Qui, a breve distanza dai caratteristici portici e dal Duomo in stile gotico intitolato a Santa Maria Assunta, gli espositori dei mercatini natalizi, tutti rigorosamente selezionati, allestiscono i propri banchi. Passando tra una casetta di legno e l’altra si possono vedere, e acquistare, delizie gastronomiche, prodotti tipici del territorio trentino, manufatti di cui ripercorrere, passo dopo passo, l’iter di produzione grazie all’iniziativa “L’artigianato in piazza“.

Non mancate una visita alla “Dom Maria Himmelfahrt” (traduzione in tedesco del nome del principale edificio sacro di Bolzano). Non solo per i suoi innegabili pregi artistici, ma per la storia unica (lavori compiuti nel secolo scorso hanno infatti evidenziato la presenza, sotto la pavimentazione, delle fondamenta di ben tre strutture precedenti, la prima delle quali di epoca romanico paleocristiana).

Da una decina d’anni il Duomo di Bolzano ospita inoltre un Museo che accompagna il visitatore, lungo un percorso storico-didattico, alla scoperta delle principali vicende ecclesiastiche relative a questa località, che rappresenta un naturale ponte tra Nord e Sud Europa.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia